Ancora momenti del Meeting UAAR 2009- Videosaluto della HACK

Uno stralcio del resoconto scritto da Cathiatea del Circolo UAAR di Venezia:

“…gli atei sono arrivati a dispetto di tutto ciò, da tutta Italia, con i loro cartelli (che bello, ironico, il “Zapatero santo subito”, ma anche tanti pensieri e frasi significative), le loro bandiere gialle per parlare dal palco allestito, per spiegare, argomentare, per dimostrare che da Bolzano alla Calabria e fino alla Sicilia, il nostro paese è unito in un fermento di democrazia , di istanze per i diritti civili. E’ unito da persone che si sforzano di essere parte attiva di un cambiamento oramai sempre più necessario e urgente.

E’ così che circa 500 persone assistono, non passive, a chi si palesa dal palco come donna o uomo appartenente ai circoli UAAR esistenti, che con determinazione, ma anche con difficoltà, persevera, pagandone anche conseguenze personali dirette (denunce, sospensioni dal lavoro), per l’idea di un paese più libero.

Si parla della scuola, di quante cose si potrebbero sistemare con i fondi statali ora destinati all’ora di religione, di quanto sia forte la discriminazione, della censura dei mezzi di informazione, di quanto il connubio chiesa-stato sia deleterio in termini sociali e civili per le donne, i conviventi, i bambini, i diversi orientamenti sessuali. Da Bolzano statistiche schiaccianti che dimostrano che la cittadinanza non si reca più nelle chiese ma che lo stato continua a erogare fondi per costruirne sempre di nuove. Da Papozze (Rovigo) la vicenda degli atei manifesti con le belle nuvolette azzurre che non piacevano a un pubblico ufficiale, esito: attacchino, nostro socio, denunciato con procedura in corso.”

Continua a leggere

Discorso e saluti all’UAAR    di MARGHERITA HACK

Intanto, da come è riportato dalle Ultimissime UAAR ecco come ci

definisce LIBERO:

“Il quotidiano Libero ha pubblicato oggi un articolo di Camillo Langone, recente autore di Guida alle messe, molto critico nei confronti di Piero Angela, definito tra l’altro come un “accanito anticattolico”. Il pezzo contiene anche un attacco all’UAAR: “durante la sua pluridecennale carriera [Angela] ha invitato innumerevoli volte in trasmissione i fanatici dell’UAAR, l’Unione Atei e Agnostici Razionalisti che organizza sbattezzi e riempie di scritte gli ateobus, primo fra tutti l’etologo Danilo Mainardi, un altro fissato con l’idea che l’uomo è uno scimpanzé leggermente meno appassionato di banane”.

Lascio a voi i commenti

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: