Le bugie “innocenti” fanno male ai bambini

Questo il titolo di un articolo pubblicato il   27/09/09 su La Repubblica.

Una ricerca statunitense ha riportato i dati per cui le piccole e innocenti bugie che molti genitori fanno ” a fin di bene” creano, di fatto, molti problemi, paure e angosce, ai propri figli. Qualcuna è riportata nell’articolo, qualcuna la scrivo io perché le ho sentite spesso.

” Se non lavi le orecchie ti crescerà il prezzemolo!”

” Esiste Babbo Natale!”

Se lasci il dentino sotto il cuscino verrà il topolino”

“Se non fai il bravo arriva l’uomo nero”

“Non andare lì perchè c’è il lupo”.

“Se dici le parolacce Gesù piange”

“Non mettere le mani nella terra che lì c’è il diavolo!”

“Non aprire il frigo perché se no esplode!”

“Il cane ( ma anche il nonno) non è morto…è andato in cielo!”

Ecco una piccola serie di intimidazioni  genitoriali che non fanno affatto bene alla salute e alla tranquillità mentale dei bimbi. Certo è che non ci voleva una ricerca per capirlo…Io l’ho sempre pensato. Con le mie figlie ho sempre utilizzato il metodo della sincerità, della spiegazione scientifica dei fatti, anche per ciò che riguarda la nascita di un bambino, del suo concepimento… Non ho mai avuto nessun problema.

Quando impareranno le persone ad essere razionali, a parlare in modo realistico, a non essere opportuniste utilizzando questi espedienti solo per non dare spiegazioni più impegnative?

Articolo correlato sull’INDOTTRINAMENTO INFANTILE >>> QUI

Annunci

11 Risposte to “Le bugie “innocenti” fanno male ai bambini”

  1. Danilo Says:

    d’accordissimo. Io quelle palle non le ho mai dette ai miei due figli, mi sarei vergognato. E provavo un forte fastidio quando in famiglia qualcuno le diceva ai suoi figli. Ai miei non poteva perché lo smentivo subito.
    Sono d’accordo anche sul fatto che la ricerca statunitense poteva dedicarsi a qualcosa di più importante. Per fare bene i genitori ci vuole amore e non una ricerca.

    • rosalbas Says:

      Concordo Danilo, ci vuole amore e anche un po’ di studio sulla loro psicologia, di come funziona il loro cervello.Ricordiamo che i bambini sono plasmabilissimi specialmente nei primi sei anni di vita e se gli diciamo sciocchezze…il loro cervello non cresce un granché in fatto di ragionamenti e si fatica di più dopo. Ne so qualcosa visto che insegno e a volta capitano bambini che non sono stati abituati a pensare, a verificare, a fare supposizioni a …ragionare!

  2. Tommy Says:

    D’accordissimo; ci sono anch quelli che, per non sforzare neanche la fantasia, dicono semplicemente di non fare una cosa, e se il bambino chide:”Perchè?” rispoondono:”Perchè NO!” già a voce alta in modo da dissuadere il bambino ad approfondire. non si dicono bugie, ma è altrettanto sbagliato. Se adesso si tocca l’argomnto con i miei, la risposta è invariabilmente:”Perchè quando sono piccoli è inutile spiegare le cose, non capiscono”.

    • rosalbas Says:

      TommY, hai ragione e invece capiscono ah se capiscono, magari all’inizio è un capire che corrisponde al semplice ” sentire” ” percepire” , ma poi tutto diventa chiaro e si cristallizza negli atteggiamenti del bambino.

  3. Sono convinto che le bugie non vanno mai dette, di qualsiasi genere esse siano e a nessuno. Dire la verità significa essere liberi, ed è sempre la scelta migliore. Sbaglia chi ha paura di dirla pensando alle conseguenze, le conseguenze di una bugia sono sempre peggio.:-)

  4. rosalbas Says:

    @ MR Loto
    Concordo con te. Le bugie non vanno mai dette…

  5. Menphis Says:

    Rosalba ma se sei d’accordo che le bugie non si dicono perché continui a dire a tua figlia che Dio non esiste?
    Hai visto cosa hai combinato? Adesso dà retta alle teorie di Darwin che non ha mai dimostrato nessuno!!! :-P**
    … e tu non avresti plasmato tua figlia …
    Menphis

    P.s Ma non ci sei più su facebook?

  6. Rod Says:

    Appunto! Ma tu cara Rosalba alle tue figlie hai sempre insegnato che Dio non esiste fin da quando erano piccole? Non hai proprio aspettato che fossero loro a farsi liberamente un opinione in proposito? Così facendo non cadi in contraddizione con le tue idee riguardo al modo di educare i figli? E poi guarda che anche credendo alle teorie di Darwin si può essere credenti, perchè Dio potrebbe aver guidato l’evoluzione dell’uomo dalla scimmia ed ad un certo punto Dio potrebbe aver infuso l’anima all’uomo ed aver creato poi un aldilà per ospitarvi sia le anime dei buoni che quelle dei malvagi.

    • Rod, ma scusa…è come dire: Cara bimba mia, sai chi ha creato tutto questo? E’ stato lo SPAGHETTI MONSTER 🙂

      Ma dai, su…
      La mia cara figlia, anzi le mie care figlie, ora che sono grandine possono anche andare alla ricerca di queto dio, ma ne dubito…ora ragionano 🙂

      In ogni caso NON HO DETTO nè che esiste e né che non esiste… Ho prospettato loro le varie congetture religiose-mitiche e le teorie scientifiche.

      Ciao Ciao

  7. Tommy Says:

    è vero che le due cose potrebbero cosistere ma è la chiesa per prima a vedere la scienza come un nemico, basti pensare che in alcune scuole USA non viene insegnato l’evoluzionismo ma solo il creazionismo e questo è gravissimo! Ora ho sentito che vorrebbero rifare anche i programmi di storia per aumentare l’importanza dlla chiesa nella storia del mondo, ma siamo matti??

    Io poi ho sempre sostenuto che sarebbe più giusto parlare della religione ai figli quando sono adulti e possono farsi un’idea da soli anzichè imporgliela fin da piccoli come verità assoluta quando ancora nn hanno nessuno strumento di paragone per analizzare obiettivamente i fatti. invece tra sacramenti, catechismo e religione a scuola ( dovrebbe sparire da lì) non si ha molta scelta…e se poi ci si allontana comunque come ho fatto io vieni guardato male..poi molti che si reputano credenti poi magari bestemmiano pure ma se gli dici che non siste ti insultano.. questo prchè non ci credono davvero ma semplicemente nn si sono mai posti domande su quello che gli hanno detto da piccoli, ma così che senso ha? non sarebbe più logico essere credenti per propria acelta dopo un proprio percorso spirituale? Ma la chiesa ha paura che non piantando subito il seme poi le persone ragionano e non ci cascano!

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: