LE NUOVE CROCIATE

RITORNO ALLE CROCIATE

Giovedì 12 novembre 2009 alcuni militanti di Lotta Studentesca, movimento giovanile vicino a Forza Nuova, hanno fatto irruzione nella sede dei Radicali a Roma lanciando volantini ingiuriosi e affiggendo crocifissi. Gli autori del blitz hanno affermato che si è trattato di una “azione pacifica” finalizzata alla difesa della cristianità, della nazione e del popolo.

W la faccia! Pacifica?????

MA NON E’ FINITA QUI!

Dopo l’aggressione alla sede del Partito Radicale dove sono stati appesi tre crocefissi, siamo venuti a conoscenza di minacce nei confronti del cittadino che ha fatto ricorso alla Corte di Strasburgo. Minacce che, occorre dirlo, potrebbero essere anche il frutto della campagna ad personam che il sindaco di Cittadella, l’Onorevole leghista Bigonci, ha lanciato con manifesti ‘Wanted’ raffiguranti le facce della famiglia che ha fatto il ricorso e i suoi ripetuti appelli al Sindaco di Abano affinché revochi loro la residenza.
Occorre che il Ministro degli interni adotti tutte le misure necessarie perché vengano garantite la sicurezza e incolumità personale della famiglia esposta al pubblico ludibrio, per giunta coi soldi del contribuente.

Dichiarazione di Marco Perduca, co-vicepresidente del senato del Partito Radicale Nonviolento, eletto senatore nelle liste del PD

Annunci

5 Risposte to “LE NUOVE CROCIATE”

  1. Corrado Says:

    Credo sia giunto il momento di dichiarare apertamente che stiamo vivendo un nuovo periodo di terrore, simile a quello che portò all’uccisione dell’onorevole Matteotti e alla marcia su Roma, fatti introduttivi del successivo periodo fascista.

    La storia, come affermò Vico, ha i suoi corsi e ricorsi. Ora, noi che dalla storia traiamo insegnamento, dovremmo essere pronti a difendere la democrazia e la libertà.

  2. A leggere una simile notizia mi verrebbe da ridere, perchè mi sembra di vedere i dispetti che si faceva da ragazzini. E questi sarebbero i diffusori della religione? Dico che mi verrebbe da ridere…ma metaforicamente, perchè c’è davvero tanto da pensare! E da preoccuparsi.

  3. marco Says:

    oramai non mi sorprendo più di non sorprendermi…
    l’italiota medio oramai si sà che; oltre ad esser oltremodo stupido, è ignorante, sà far il prepotente con i deboli per poi mostrare tutta la sua codardìa con i forti…
    con questi presupposti, pur essendo contrario, lascerei il crocefisso in quanto evidentemente simbolo di tanta stupidità ed ignoranza…

  4. Ciao Rosalba,
    mi sono permesso di riportare questo tuo post sul mio blog.

    A presto

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: