Archivio per novembre, 2010

LAICITA’ IN STATO D’ALLERTA- VIDEO

Posted in ateismo, cattolicesimo, diritti civili, laicità, politica, religione e potere, uaar with tags , , , , , , , , , , , , on 29/11/2010 by rosalbas

Coproduzione C.L.A.V. e Centre d’Action Laique, realizzato con la collaborazione di: Atheist Ireland; Federation Humaniste Europeenne; Humanist Association of Ireland; Romanian Humanist Association; Unione Atei Agnostici Razionalisti. Edizione italiana a cura dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti(UAAR).

Intervistati Raffaele Carcano, segretario UAAR, Adele Orioli responsabile legale UAAR

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

Annunci

LA HACK A ROMA ( SEDE NAZIONALE UAAR)

Posted in ateismo, cattolicesimo, laicità, politica, religione e potere, uaar, video e foto with tags , , , , , , , , , on 07/11/2010 by rosalbas

La Hack e il Coordinatore del Circolo UAAR di Roma Marcello Rinaldi

Domenica 7 novembre 2010  alle ore 11. presso la sede nazionale UAAR di Via Ostiense 89 c’è stata l’astrofisica  Margherita Hack, presidente onorario UAAR, che ci ha raccontato la vicenda della censura che ha subito da parte del comune di Trieste. La ASL ha deciso, infatti, di cancellare una campagna pubblicitaria in favore della vaccinazione antinfluenzale che vedeva come testimonial proprio Margherita Hack.  http://www.uaar.it/news/2010/10/22/trieste-asl-censura-margherita-hack/ .

Come sempre l’astrofisica è stata molto disponibile, cordiale. Oltre a spiegare la vicenda della censura, citando anche alcuni articoli pubblicati da vari giornali,  ha risposto alle  domande, poste dai soci presenti, riguardanti temi scientifici e religiosi.

Per la Hack, la scienza è per definizione laica. Se un piccolo fatto non può essere dimostrato sulla base del metodo scientifico, si abbandonano le ipotesi di partenza e non si possono formulare teorie.

Laicità è andare contro il pregiudizio, quello che frena la ricerca e a questo proposito ha sottolineato l’invadenza delle gerarchie vaticane che per secoli, fino ad oggi, ha ostacolato la ricerca scientifica appellandosi a dogmi immutabili, violando addirittura il Concordato.

Un duro attacco è stato sferrato al mondo politico degli ultimi decenni che è debole di contenuti e di proposte concrete per migliorare le sorti del nostro Paese e che, quindi, si appoggia in modo spudorato alle gerarchie vaticane.

Congresso UAAR a Varese. FOTO

Posted in ateismo, diritti civili, laicità, politica, religione e potere, uaar, video e foto with tags , , , , , , , , , on 02/11/2010 by rosalbas
Si è concluso il nono congresso della Uaar, svoltosi a Varese dal 31 ottobre al 1 novembre 2010: una due giorni di discussioni sui temi della laicità ma anche l’occasione per fare un bilancio ragionato sugli ultimi anni di attività e di successi.
E’ stato scelto nuovo logo, da sviluppare in seguito, non è stato cambiato il  nome,  si sono effettuati alcune modifiche allo statuto e alle tesi.
L’andamento del Congresso è stato sereno, propositivo e stimolante per le attività che si intraprenderanno in futuro, tutto all’insegna del rispetto delle regole della convivenza civile e di quelle statutarie,  condivise da tutti i soci dell’associazione ( certamente ci sono state discussioni e idee divergenti , ma ovviamente, senza perdere “il lume della ragione”).
Resta però molto da lavorare. E la Uaar (l’unica associazione al mondo che preferirebbe non esistere) non ha intenzione di cedere di un passo sulle questioni della laicità. «C’è una drammatica decadenza del senso laico dello Stato da parte dei politici, che continuano a inseguire una Chiesa che perde sempre più fedeli. – afferma Raffaele Càrcano, segretario nazionale della Uaar – Ma simul stabunt, simul cadent».

Se avessimo, anche in Parlamento, un’organizzazione e una serietà del genere, all’insegna della RAZIONALITA’ e non del flusso scomposto di onde emotive,  sarebbe davvero…UN MIRACOLO!
Certamente tutto è sempre migliorabile, tutto è sempre perfettibile. Sicuramente non tutto potrà star bene a tutti, ma l’importante è perseguire scopi comuni per il bene di tutti!

Il mio GRAZIE a tutti i partecipanti e soprattutto agli organizzatori.