Congresso UAAR a Varese. FOTO

Si è concluso il nono congresso della Uaar, svoltosi a Varese dal 31 ottobre al 1 novembre 2010: una due giorni di discussioni sui temi della laicità ma anche l’occasione per fare un bilancio ragionato sugli ultimi anni di attività e di successi.
E’ stato scelto nuovo logo, da sviluppare in seguito, non è stato cambiato il  nome,  si sono effettuati alcune modifiche allo statuto e alle tesi.
L’andamento del Congresso è stato sereno, propositivo e stimolante per le attività che si intraprenderanno in futuro, tutto all’insegna del rispetto delle regole della convivenza civile e di quelle statutarie,  condivise da tutti i soci dell’associazione ( certamente ci sono state discussioni e idee divergenti , ma ovviamente, senza perdere “il lume della ragione”).
Resta però molto da lavorare. E la Uaar (l’unica associazione al mondo che preferirebbe non esistere) non ha intenzione di cedere di un passo sulle questioni della laicità. «C’è una drammatica decadenza del senso laico dello Stato da parte dei politici, che continuano a inseguire una Chiesa che perde sempre più fedeli. – afferma Raffaele Càrcano, segretario nazionale della Uaar – Ma simul stabunt, simul cadent».

Se avessimo, anche in Parlamento, un’organizzazione e una serietà del genere, all’insegna della RAZIONALITA’ e non del flusso scomposto di onde emotive,  sarebbe davvero…UN MIRACOLO!
Certamente tutto è sempre migliorabile, tutto è sempre perfettibile. Sicuramente non tutto potrà star bene a tutti, ma l’importante è perseguire scopi comuni per il bene di tutti!

Il mio GRAZIE a tutti i partecipanti e soprattutto agli organizzatori.



Annunci

4 Risposte to “Congresso UAAR a Varese. FOTO”

  1. Albertini Gianluca Says:

    Sono felice che sia andato tutto bene. E ancora più felice per il fatto che gli iscritti e gli interessati all’uso della ragione, oltre che ai sentimenti, aumentano ogni giorno.
    Cordiali saluti

    • 🙂 Sono iscritta e militante dal 2002 e posso dire A RAGION VEDUTA che questo è stato uno dei congressi meglio riusciti! 🙂
      Saluti a te!
      Rosalba

  2. gianni toffali Says:

    quanta bella gente destinata all’inferno….

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: