DISCESE L’incubo in versi

Sognare di indietreggiare con la macchina per una rovinosa discesa e non controllare più i freni. Avvertire l’impatto con un’altra macchina. Un incubo in versi che ha contribuito a cambiare la mia vita. ( 2002) Da leggere con la musica che ho postato alla fine del post.

Discese

Un viaggio all’interno di me stessa, continuo, incerto e irrefrenabile.
La scalinata era in fondo alla salita
e il mezzo che lì mi conduceva
non era in grado di superare
l’imprevedibile barriera.
Il moto verso il basso mi portava
e certa di poter avviare il freno
tenni la calma e indietro mi voltai
per meglio dominare la discesa.
Ma ogni affanno per arginar la forza
che il motore a stento contrastava
vano e arduo si faceva
sì che impossibile mi fu la risalita
verso la via che più agevole sembrava.
L’impatto con l’ignaro conducente
che lesto lesto la stessa strada percorreva
inevitabile e funesto s’annunciava
e il senso della morte fu tutt’uno
con quello d’afferrare in un sol colpo
ogni bellezza che il mondo mi donava.
Fu l’attimo che il sogno concedeva,
dilatato e intenso a dismisura
che mi portò a trasalire di paura
per non poter più neanche immaginare
quell’orizzonte che tra gli occhi
e il cuore amiamo custodire.
Un attimo d’eterno sfinimento
e d’irreversibile presagio
mentre le membra assopite
riuscivano e risvegliarsi a stento,
incapaci di dimenticare
il freddo sudore del morire.
Dire che soltanto un sogno è stato
giustizia non rende allo sgomento
che quella notte io ho provato.
Impressa è ancora quella scena
di terrore e panico reale
che il corpo mio è ancora in pena
e resta in me ancora un dubbio,
se nella vita mia di sempre
possa incontrar una barriera tale
che mi risucchi indietro
e m’impedisca poi di risalire.

Rosalba Sgroia

(l’incubo del 13-9-2002)

Quando i sogni, o gl’incubi, ci indicano la strada da seguire. Siamo noi a capirne il senso, solo noi e nessun altro. Sono suggerimenti nascosti che il nostro corpo ci invia. Sta solo a noi coglierli ed elaborarli.  Questo è un viaggio che intraprendo da anni e ancora non è concluso.

200820115461

Una discesa. Passo dello Stelvio ( foto r.s.)

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: