Amare se stessi non è “peccato”, anzi!

Io , profondamente atea, dico:

“Impara ad amare te stesso, ricerca e apprezza la tua serenità, sappi regalare agli altri momenti di ricchezza emotiva ed intellettiva. Questa atmosfera sarà proficua per te e per tutti coloro che ti saranno accanto, anche solo per pochissimo tempo. Abbiamo solo questa vita e possiamo condividerla nella maniera migliore, se vogliamo, senza aspettarci premi o punizioni “in un altro mondo”. Ovviamente l’amore a tutti costi per tutti non è possibile, se non in modo ipocrita…”

(Rosalba Sgroia)

L ‘importante che l’ amor proprio non sfoci nel menefreghismo per gli altri.

Lì si parla di narcisismo patologico.

Ma chi se ne infischia degli altri, in fondo, non ama neanche se stesso, perché è un insoddisfatto perenne, che va alla continua ricerca di come sfruttare gli altri.

Amare se stesso è la base per trovare la giusta dimensione, il giusto equilibrio per poter dare, oltre che ricevere, con reciprocità.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: