Archive for the politica Category

ARGOMENTAZIONI, NON SBERLEFFI. CI RIUSCIRANNO I POLITICI E I CITTADINI?

Posted in diritti civili, etica, politica, riflessioni with tags , , on 08/03/2018 by rosalbas

Come sempre dico che mi piace la critica, ma non lo sfotto’, mi piace confutare un concetto e non offendere la persona per le sue caratteristiche fisiche. 
Ogni tanto capita anche a me pensare quanto sia “strana” una persona,
ma cerco, tuttavia, di usare altre maniere per dimostrarglielo.
Ok alla satira intelligente, pungente MA INTELLIGENTE, altro è, appunto, lo sfotto’ privo di ogni spessore critico e propositivo.
E questo vale per qualsiasi argomento.

Gran parte della politica si basa sullo sberleffo e se i cittadini fanno lo stesso è segno di DECADENZA di ogni specie.

Ora, posso anche dare qualche appellativo bizzarro al politicante di turno, tipo “pagliaccio” , se il tizio è notoriamente identificabile come una persona POCO SERIA  ( rispettando i clown di professione), ma sinceramente io non riuscirei ad offenderlo per i suoi tratti somatici o eventuali difetti fisici; cerco sempre il ragionamento laddove sia possibile. 

Se questo  esercizio di civiltà non è possibile mi dirigo altrove e continuo a sostenere le mie idee, ARGOMENTANDO.

R.S.

LE 8 DI MARZO 2017 Rassegna di poesia ed arte sul tema della valorizzazione della cultura di genere e delle pari opportunità.

Posted in diritti civili, etica, laicità, poesia, politica with tags , , , , , , on 26/02/2017 by rosalbas
                                                     
Sarà un onore per me partecipare come coordinatrice dell’evento!
Rosalba Sgroia
o-marzo
“Si svolgerà tra sabato 4 e domenica 12 marzo 2017, presso i nuovi spazi della Cantina Bacco s.c.r.l., cantina sociale di Nettuno, la decima edizione del noto evento letterario “8 poetesse x l’8 marzo”.
Anche questa edizione, a cura di Ugo Magnanti e Dona Amati, ripropone, in prossimità della Giornata della Donna 2017, il tradizionale reading poetico al femminile di alcune fra le più interessanti poetesse italiane, e non solo.
La manifestazione, nata come contributo letterario alla valorizzazione della cultura di genere e delle pari opportunità, e come auspicio per una rinnovata accoglienza fra tutti i sessi possibili, è realizzata da Fusibilia Associazione e dalla Cantina Bacco s.c.r.l., in collaborazione con l’Associazione trezeriquarantadue di Anzio, e Shingle22j, biennale d’arte contemporanea di Anzio e Nettuno, e con il patrocinio dell’ITSSET “Emanuela Loi” di Nettuno.
Il reading delle 8 poetesse si svolgerà sabato 4 marzo dalle ore 18.00, con Marcia Theophilo, Dalila Hiaoui, Monica Martinelli, Serena Maffia, Sara Davidovics, Silvia Bove, Maria Luisa Bigai, Martina Germani Riccardi.
Alle 8 autrici saranno ‘affiliate’ alcune studentesse che partecipano, presso l’Istituto “Emanuela Loi” di Nettuno, al progetto “Poesia-Evento, scrittura creativa, oralità, gesto, conoscenza del sé”, e che per l’occasione proporranno una loro poesia.
Interverrà sulla poesia al femminile Rino Caputo, Università di Tor Vergata, coordinerà Rosalba Sgroia, insegnante, scrittrice e attivista. Sarà presente Giuseppe Combi, vicepresidente della Cantina Bacco s.c.r.l.
L’evento sarà intervallato da una degustazione, guidata dall’enologo Pierpaolo Pirone, di vino Petit Verdot e di altri vini prodotti dalla Cantina Bacco s.c.r.l.. Alle ore 17.00, prima dell’evento letterario, sarà possibile al pubblico partecipare a una visita guidata della Cantina, comunicando la propria adesione al numero telefonico 069851921.
La manifestazione è dedicata alla memoria di Sandra Collauto, poetessa e insegnante.”
CONTINUA…

LA LIBERTA’ DEVE ESSERE SEMPRE UNA CONQUISTA.DIPENDE DALLA NOSTRA CAPACITA’ DI ESSERE AUTONOMI E RESPONSABILI.

Posted in diritti civili, laicità, politica, religione e potere, riflessioni, storia with tags , , , , , , on 25/04/2016 by rosalbas

RICORDANDO LA LIBERTA’ CONQUISTATA  NEL 1945 e RICORDANDO LA NOSTRA COSTITUZIONE.

Occorrerebbe sempre  avere il coraggio di rivendicare il DIRITTO alla libertà di tutti e di ciascuno, di fare in modo che la libertà di ciascuno lo sia anche per tutti!

Purtroppo chi vuole la dittatura si vede sempre dalla parte dei POTENTI : non immagina cosa potrebbe significare essere dall’altra parte!

Occorrerebbe dire onestamente CHE LE GUERRE FANNO SCHIFO, sia quelle  nere che quelle rosse, sia quelle verdi e gialle!

Dire CHE OGNI PERSONA HA DIRITTO A VIVERE SENZA NESSUN OPPRESSORE, né POLITICO , né RELIGIOSO.

Dire che SOLO LE REGOLE CONDIVISE, decise e accettate da tutti possono renderci liberi ed uguali davanti alla legge CIVILE.
C’ è ancora molto, TROPPO DA FARE.
A MOLTA GENTE, INVECE, PIACE ESSERE SOTTOMESSA AD UN DUCE, AD UN CAPETTO, AD UN PAPA…
( Rosalba Sgroia)

Immagine

Di autonomia, di responsabilità e di libertà ho discusso sempre con i miei alunni e ho cercato sempre di metterle in pratica con il mio esempio. Abbiamo scritto un libretto su questi temi e speriamo che ne facciano tesoro.

Che capiscano che la dittatura è roba per gente che ha paura della LIBERTA’!

INVITO

DIRITTI E DOVERI. SONO DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA? HANNO LO STESSO PESO?

Posted in diritti civili, politica, scuola, video e foto with tags , , , , , on 27/05/2015 by rosalbas

Ho sempre insegnato ai miei piccoli alunni che DIRITTI E DOVERI sono facce della stessa medaglia e che devono essere equamente considerati nella vita di ogni cittadino di una società civile e DEMOCRATICA.Società che deve, in ogni caso, tutelare le fasce effettivamente più deboli della società.
ORA, dovranno imparare l’esatto contrario, cioè che l’una è più pesante dell’altra?

CERTO, SONO ANCHE D’ACCORDO NEL DIRE CHE PER ALCUNI VOLTE I DIRITTI SONO SPROPORZIONATI RISPETTO AI DOVERI, MA ORA?

PERCHE’ NON SI PUO’ LAVORARE PER L ‘EQUITA’? SOPRATTUTTO CON LA RIDUZIONE DEI PRIVILEGI  DELLE FASCE PIU’ FORTI?

 -ooo-

Non siamo ancora in  una dittatura nel pieno senso del termine, no ma da quello che si è visto in questi ultimi 20 anni in ITALIA, se ne ha tutta l’aria. Le ultime vicende avvenute in PARLAMENTO , poi, lo confermano. 

* Scippo delle pensioni, Job act, Italicum approvato a colpi di fiducia e chi più ne ha più ne metta.

Respiriamo, appunto, un’aria di finta democrazia.

Si è presentato un ddl sulla scuola che fa pietà, non si sono consultati i sindacati e i docenti, ma si sono consultati organi legati a banche e confindustria ( uniti ai poteri confessionali) i quali hanno praticamente scritto e dettato il ddl.

Non si sono prese in considerazione le proteste e sollevazioni popolari .

Questo è un bieco tentativo di eliminare piano piano la democrazia in tutto il paese.

Si stanno togliendo i diritti a tutti con la scusa della crisi economica.

Si porterà tutti a lavorare per 4 soldi e anche la mancata regolamentazione dei flussi migratori aggraverà di molto le condizioni di tutti.

Quando si arriva a questo…di cosa parliamo?

SIAMO  SCHIAVI DI QUESTO SISTEMA MALATO!

 

Medaglia

                                                                                                                                                                      Rosalba Sgroia

IL FALLIMENTO DELLA SOCIETA’. “LA PAURA CI FA TOLLERARE L’INTOLLERABILE” ( Mauro Scardovelli)

Posted in etica, politica, scuola, video e foto with tags , , , , , , , , , , , , on 22/05/2015 by rosalbas

Un video da GUARDARE
Il fallimento della società.

” Noi siamo governati, a livello MONDIALE, da persone che sono gravemente disturbate mentalmente, senza EMPATIA” ( M.S.)
” Il guaio è che oggi tolleriamo dei LEADER ai quali non dovremmo dare il compito neanche di dirigere il pollaio. Però gli diamo in mano LE SCUOLE, LE UNIVERSITA’, LA POLITICA, LA FINANZA. La rivolta parte dal basso…” ( M.S)

I TIRANNI , I DITTATORI SONO DEI PERICOLOSI NARCISISTI

Posted in diritti civili, politica, religione e potere, riflessioni, scuola, storia, video e foto with tags , , , , , , on 13/05/2015 by rosalbas

Non occorre scomodare i grandi psicologi per capire che dietro i dittatori e i capi assoluti, anche religiosi, si nascondono problematiche psicologiche.


Chi si comporta in modo autoritario e antidemocratico è un ducetto pericoloso, un narcisista che cerca di sopperire alle sue mancanze primordiali usando toni minacciosi, per non dire un altro termine .


OGNI RIFERIMENTO A PERSONE REALI E’ PURAMENTE CASUALE!
POSSIAMO ESTENDERE IL CONCETTO A CHIUNQUE TENDA A NON ASCOLTARE GLI ALTRI E A PRENDERE POSIZIONI CONTRARIE AL VOLERE DI UNA COMUNITA’ PENSANTE.


Anche queste sono riflessioni che porto avanti con i miei alunni, quando parlo di BULLISMO.

                                                                        Rosalba Sgroia

l52Sj87jid_36

BLACK BLOCK IMPUNITI E STUDENTI MASSACRATI

Posted in diritti civili, politica, scuola with tags , , , , , , , , , , on 04/05/2015 by rosalbas

Quelle persone armate di molotov, con i caschi e senza cervello, intente a sfasciare vetrine e a incendiare macchine NON SONO STATE TOCCATE,NE’ FERMATE su preciso ordine, ( vedi articolo  http://www.iltempo.it/cronache/2015/05/03/l-ordine-era-di-non-arrestare-i-violenti-1.1410819 ) , molti studenti e docenti dotati di senso critico, di civile indignazione e con le mani alzate SONO STATE BRUTALMENTE BLOCCATE E PICCHIATE! Volevano dissentire con le decisioni prese dal premier, senza contraddittorio, relative al PESSIMO disegno di legge sulla scuola. ALLORA? CI RENDIAMO CONTO CHE SONO PROPRIO IL SENSO CIVICO E LA VOGLIA DI UN MONDO MIGLIORE CHE SPAVENTANO I TIRANNI? ECCO PERCHÈ NOI DOCENTI SIAMO VESSATI. Purtroppo SOLO I VIOLENTI HANNO LA MEGLIO IN UN PAESE DOVE VIGE LA DITTATURA, MASCHERATA DA DEMOCRAZIA!E questo disorienta ancora di più! Ma ora si sta svelando in tutta la sua brutalità. Stanno distruggendo LA SCUOLA STATALE proprio perché vogliono INDOTTRINARE LE MENTI dei poveri alunni e studenti, renderli schiavi del sistema produttivo, renderli AUTOMI e schiavi di questo sistema. Creano la crisi economica per togliere tutti i diritti acquisiti con anni e anni di conquiste sociali. VERGOGNA! (Rosalba Sgroia)

SIAMO PROFESSIONISTI, NON MISSIONARI, NE’ VOLONTARI.

Posted in politica, scuola with tags , , , , , , on 28/04/2015 by rosalbas

COME DISTRUGGERE  UNO STATO DEMOCRATICO?

INIZIARE CON LA DISTRUZIONE DELLA SCUOLA STATALE E CON LA DENIGRAZIONE DELLA PROFESSIONE DOCENTE!

—————————————–

Sono stanca, STANCA di sentire che l’insegnamento è una vocazione, è una missione. NO! E’ UNA PROFESSIONE come quella del medico, dell’infermiere et similia. Certo, una professione per cui E’ FONDAMENTALE rispettare la deontologia professionale e impegnarsi al massimo, MA NON CI SI DEVE CHIEDERE DI PIU’ di quanto GIA’ stiamo dando.

I due ( NON TRE) mesi di riposo? La verità è che noi facciamo oltre 200 giorni di scuola come tutti gli altri paesi europei.e le vacanze sono solo diversamente distribuite per ragioni climatiche! In più, molti docenti impegnati per gli esami lavorano anche a luglio. Insomma, sono periodi LARGAMENTE DOVUTI, E’ IL RISARCIMENTO DI CIO’ che NON ci viene dato durante l’anno e sono necessari per RICARICARSI! Io do l’anima ( e la mia salute) per i miei alunni, per educarli ad essere cittadini razionali e sensibili. Posso dirlo forte e chiaro! E VOGLIO CHE MI SI RICONOSCA!

Possiamo avere 26 o 27 alunni per classe e anche due o tre bimbi diversamente abili. Vi invito a riflettere su come possa essere qualitativamente possibile insegnare con serenità e profitto. Per di più i bimbi di oggi, sempre più, presentano diversi disturbi dell’attenzione e spesso non vengono educati in famiglia… AMO insegnare, ma purtroppo sono costretta anche a fare l’assistente sociale, l’infermiera, la psicologa, il carabiniere ecc ecc.

DEVO ESSERE RICOMPENSATA PER FARE IL CATALIZZATORE DEI MALI DELLA SOCIETA’! Avete mai preteso che UN MEDICO, UN INFERMIERE, UN AVVOCATO, UN IDRAULICO…lavorassero gratis o al di sotto della decenza? EH? Avete mai chiesto per loro UNA SUPERVISIONE? Eh?

E basta! Lasciateci lavorare, anche con la miseria che prendiamo, ma DIGNITOSAMENTE! Siamo SEMPRE sottoposti a supervisione, ma loro, i LORSIGNORI politicanti non lo sanno! Il nostro lavoro se è di qualità si vede, si sente, si percepisce, si dimostra quotidianamente. Il rischio è che se ci lasciano in certe condizioni non siamo più in grado di reggere sulla qualità!

Ed è questo che vogliono! Bastonarci! Ricordiamoci anche che queste manovre sono a vantaggio di altre scuole, quelle private. FORAGGIARLE significa AVVANTAGGIARE, in massima parte, LE SCUOLE CATTOLICHE. Del resto primo ministro, ministro e sottosegretari all’istruzione sono tutti esponenti legati più o meno direttamente agli interessi di opus dei, compagnie delle opere o comunione e liberazione. La DISTRUZIONE della Scuola Statale serve alla CEI e all’indotto confessionale. Con buona pace del rispetto della Costituzione! Ah, Dimenticavo! Secondo loro  siamo sessantottini o squadristi, a seconda delle LORO necessità opportunistiche. Poveri noi docenti, ma non ci faremo maltrattare ancora!

BASTA!

————————————–

R.S.

10421489_10206442822729971_917586322404614610_n

CHI HA PAURA DEGLI ATEI E DEGLI AGNOSTICI?

Posted in ateismo, diritti civili, laicità, politica, religione e potere, uaar with tags , , , , , , on 21/12/2014 by rosalbas

Ho notato molto spesso che chi dichiara di non credere in qualsiasi dio, costituisce UNA MINACCIA alla loro fede.  Così NON è, però, ma loro hanno paura di questo.

Ho assistito molte volte a scene di panico, in cui il credente INORRIDISCE quando uno afferma che non crede in un dio.

Ma chi ve lo tocca! Il problema è che loro temono di veder vacillare una fede che NON è sincera, profonda, ma solo

un’ imposizione. Questo è quello che ho sperimentato negli anni…

Dall’articolo di Repubblica, che ho linkato qui sotto, si evince che non sono solo i capi religiosi a discriminare e a perseguitare atei, apostati, miscredenti, ma anche capi di Stato. La secolarizzazione che avanza sta mettendo in allarme i POTERI PRECOSTITUITI, quelli che hanno bisogno di ammantarsi di ” sacro”, per rimanere intoccabili…

TEMPI DURI IN TUTTO IL MONDO PER I NON CREDENTI,

GLI ATEI BERSAGLIO DI ODIO E PERSECUZIONI.

Leggi l’articolo di Repubblica online

———

ATEI

Ci chiamano superbi

per non avere un dio

a cui affidare l’anima.

C’inducono a pregare

per ottenere in dono

la forza di superare il male.

Ci vogliono salvare

dall’ errore e dal peccato

di godere di un libero pensiero

Noi, “senza dio”, facciam paura

chè siamo senza briglie.

Siam piccoli e meschini

senza valore aggiunto

senza la fede che ci cura.

Così siam visti e additati,

votati alla lascivia, al vizio.

D’onestà e di forza privi

alla perdizione assoggettati.

Ma del mondo l’opinione

mille volti assume,

legarsi ad altre fedi

o esser liberi d’aver altro giudizio.

C’è un credo anche nell’ateo

che non ha meno valore

ed è in questa e in nessun’altra vita.

Questa dolce e triste vita

-la nascita, la morte, l’amore-

degna d’essere vissuta

all’insegna del rispetto

oltre diversità di sesso, di colore.

Rosalba Sgroia

-ooo-

Da “Nero assenso”

Fabio Croce Editore 2003

——————-

MOLTI ATEI, APOSTATI, MISCREDENTI RISCHIANO LA VITA IN TREDICI PAESI A MAGGIORANZA MUSULMANA

L’  UAAR scrive:

Lettera aperta alle associazioni islamiche

Roma, 16 dicembre 2014

Gentili rappresentanti dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia (Ucoii), della Comunità Religiosa Islamica (Coreis), dell’Associazione Musulmani Italiani (Ami) e della Lega Musulmana Mondiale,

Vi scriviamo perché siamo seriamente preoccupati della sorte di tanti atei che, nel mondo, rischiano la vita soltanto in quanto atei. Non dovrebbe accadere. L’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo stabilisce che “ogni persona ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l’insegnamento, le pratiche e l’osservanza dei riti. La libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo non può essere oggetto di restrizioni diverse da quelle che sono stabilite dalla legge e costituiscono misure necessarie, in una società democratica, per la pubblica sicurezza, la protezione dell’ordine, della salute o della morale pubblica, o per la protezione dei diritti e della libertà altrui”. Il commento generale n. 22 dell’ufficio dell’Alto commissario ONU per i diritti umani ha inoltre sancito, già da oltre venti anni, che l’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo «protegge le convinzioni non-teistiche e atee» e «include il diritto di sostituire la propria fede o convinzione con un’altra o di adottare punti di vista atei».

Nel mondo vi sono però, come rivela il Freedom of Thought Report diffuso nei giorni scorsi, tredici paesi in cui essere atei significa rischiare la pena di morte: sono paesi a maggioranza islamica, paesi che fanno parte dell’Organizzazione della Cooperazione islamica. (…)

CONTINUA A LEGGERE

VOGLIA DI LAICITA’

Posted in laicità, politica, religione e potere with tags , , , , , , on 12/12/2014 by rosalbas

Siamo ancora BEN LONTANI da questa mentalità. Ovviamente perché non c’è la VOLONTA’ politica di attuarla, di trasmetterla ai cittadini. Il nostro STATO LAICO non riesce a decollare realmente perché subisce un potere che è, purtroppo, più forte. Io continuerò a pensare che la LAICITA’ è l’unico spazio per le libertà collettive ed individuali, l’unico antidoto agli abusi e sopraffazioni di qualsiasi religione o anche di ideologia politica. Ho elaborato questa serie di punti in modo SEMPLICE e DIDASCALICO, perché , in mille discussioni intraprese con integralisti e fondamentalisti cattolici o di altre religioni, ho notato che se non si discute in questi termini si va allo scontro INEVITABILE e deleterio. Ed è quello che si vuole evitare.

p.s.Avrei GRAMMATICALMENTE dovuto scrivere ” che la laicità SIA uno spazio ecc…” Ma ho volutamente scritto E’. Perché lo è . Concedetemi questa licenza.

2013-10-18 10.28.26 (2)