Archivio per ateismo

Atei e agnostici razionalisti all’XI congresso: una mia dedica in versi

Posted in ateismo, poesie di nero assenso with tags , , , , on 29/03/2016 by rosalbas

Il 27 e il 28 marzo 2016 si è svolto a Parma l’XI Congresso dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti.

STEFANO INCANI è il nuovo segretario UAAR.
Il Comitato di Coordinamento è composto da:
Roberto Grendene, Massimo Maiurana, Adele Orioli, Liana Moca, Anna Bucci, Massimo Redaelli, Cesare Bisleri e Paul Manoni!
Probiviri eletti: Gabriella Bertuccioli, Maurizio Mei e Massimo Albertin.

Un congresso ben organizzato e ben condotto che ha, ancora una volta, dimostrato che è possibile condividere civilmente le proprie idee e anche i propri dissensi.
GRAZIE e un augurio A TUTTI di buon lavoro per la nostra LAICITÀ, soci compresi!

TG PARMA VIDEO

  COMUNICATO STAMPA UAAR

Album foto

Interventi Congresso da Radio Radicale

CC UAAR

12439418_10208980439208797_5435946928757078434_n

10422407_10207144741195866_1746088041398000759_n

12321367_10206025405463247_6360471038631208175_n

25501464923_885a6cb627_o

10399661_10208980438328775_2035350898008267097_n

Un saluto al nuovo Segretario Nazionale Stefano Incani e alla squadra del nuovo Comitato di Coordinamento e un sentito grazie all’ex Segretario Raffaele Carcano che per nove anni ha condotto egregiamente il suo compito.

UNA DEDICA IN VERSI

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i soci per avermi dato la possibilità, in questi QUATTORDICI anni di vita associativa,  di riaccendere in me la scintilla della conoscenza, della ragione, dell’importanza dell’impegno sociale e civile senza alcun tornaconto, se non quello di rendere più vivibile questo mondo pieno di ingiustizie, discriminazioni e soprusi dovuti ai poteri religiosi ( dei vari monoteismi soprattutto) e, di conseguenza, politici (sic!).Inoltre, grazie per avermi reso ancora più chiaro il fatto che non serve sentirsi superiore a nessuno e che e’ importante non accettare la superiorità di nessuno, quella che mortifica il pensiero critico e che spegne l’anelito al cambiamento.

Ringrazio anche i loro difetti di persone normalissime che non si arrogano il diritto di imporre agli altri le proprie concezioni del mondo ( varie e variopinte!), ma che cercano solo di riuscire a recuperare la propria dignità che ripetutamente viene calpestata da chi ha paura della libertà e della democrazia.

Ma ovviamente dedico anche il mio rispetto a tutti coloro che NON impongono una concezione del mondo, sia confessionale che non confessionale.

Questa è LAICITA’ ed è anche LAICISMO in quanto, solo separando le leggi delle religioni da quelle civili ( sempre in cambiamento e sempre perfettibili), si può ottenere la DEMOCRAZIA.

Ad maiora!

Rosalba Sgroia

ATEI

Ci chiamano superbi

per non avere un dio

a cui affidare l’anima.

C’inducono a pregare

per ottenere in dono

la forza di superare il male.

Ci vogliono salvare

dall’ errore e dal peccato

di godere di un libero pensiero

Noi, “senza dio”, facciam paura

chè siamo senza briglie.

Siam piccoli e meschini

senza valore aggiunto

senza la fede che ci cura.

Così siam visti e additati,

votati alla lascivia, al vizio.

D’onestà e di forza privi

alla perdizione assoggettati.

Ma del mondo l’opinione

mille volti assume,

legarsi ad altre fedi

o esser liberi d’aver altro giudizio.

C’è un credo anche nell’ateo

che non ha meno valore

ed è in questa e in nessun’altra vita.

Questa dolce e triste vita

-la nascita, la morte, l’amore-

degna d’essere vissuta

all’insegna del rispetto

oltre diversità di sesso, di colore.

Rosalba Sgroia

-ooo-

Da “Nero assenso”

Fabio Croce Editore 2003

12928299_10208978994252674_3338671405938437970_n

Annunci

MORTE E NATURA

Posted in ateismo, poesie di nero assenso with tags , , , , on 09/03/2015 by rosalbas

MORTE1

Morte e Natura.

Signora Morte, di madre Natura amica,
l’umane genti ti dicon la nemica
che tenta di sottrarle a questa vita amata,
senza voler saper che è cosa nota
che l’una all’altra è incatenata
divise solo da un mero fil di seta.

Morte in agguato, sempre imminente
pronta e silente, ci sembra lontana
ma il segno suo ognor s’imprime e brama
di tirare ad uno ad uno nella sua oscura trama
che non ha un senso né giustizia alcuna.

Anche il più indegno e spietato degli umani
non merita la morte prematura
per il voler d’altre crudeli genti
o solo per giustificar una divina punizione
che ogni infedele e ingrato si procura.

Che dire, allora, quando un bimbo spensierato
si trova di colpo ad abbracciar la morte
senza che un dio si muova e sia clemente.
Che senso ha dire che è morto un innocente…
Se fosse stato portatore di un peccato,
così come s’intende e si professa
sarebbe stato degno, forse, di sì dura sorte?

In questa Natura è la Morte
e nella sua nera veste non c’è sentenza
né l’iracondia di un presunto dio
che chiama a sé il predestinato
o lo risparmia per la sua clemenza.
Col corpo anche il suo soffio muore
e l’illusione di protezione e di eternità
invano ci accompagna e ci consola,
si scioglie come ghiaccio al sole
svelando la sua nuda verità.

Così, solo vivendo e amando intensamente
tutti i momenti di questo mio presente,
senza affidarmi alla divina Provvidenza,
posso sperar di dare un senso alla mia vita
Qui ed ora, sul questa Terra adorata e infame
lascio l’impronta della mia esistenza
che solo nel ricordo di una persona amica
può rimaner vitale ed infinita.

Rosalba Sgroia
da Nero assenso
F.Croce ed

CHI HA PAURA DEGLI ATEI E DEGLI AGNOSTICI?

Posted in ateismo, diritti civili, laicità, politica, religione e potere, uaar with tags , , , , , , on 21/12/2014 by rosalbas

Ho notato molto spesso che chi dichiara di non credere in qualsiasi dio, costituisce UNA MINACCIA alla loro fede.  Così NON è, però, ma loro hanno paura di questo.

Ho assistito molte volte a scene di panico, in cui il credente INORRIDISCE quando uno afferma che non crede in un dio.

Ma chi ve lo tocca! Il problema è che loro temono di veder vacillare una fede che NON è sincera, profonda, ma solo

un’ imposizione. Questo è quello che ho sperimentato negli anni…

Dall’articolo di Repubblica, che ho linkato qui sotto, si evince che non sono solo i capi religiosi a discriminare e a perseguitare atei, apostati, miscredenti, ma anche capi di Stato. La secolarizzazione che avanza sta mettendo in allarme i POTERI PRECOSTITUITI, quelli che hanno bisogno di ammantarsi di ” sacro”, per rimanere intoccabili…

TEMPI DURI IN TUTTO IL MONDO PER I NON CREDENTI,

GLI ATEI BERSAGLIO DI ODIO E PERSECUZIONI.

Leggi l’articolo di Repubblica online

———

ATEI

Ci chiamano superbi

per non avere un dio

a cui affidare l’anima.

C’inducono a pregare

per ottenere in dono

la forza di superare il male.

Ci vogliono salvare

dall’ errore e dal peccato

di godere di un libero pensiero

Noi, “senza dio”, facciam paura

chè siamo senza briglie.

Siam piccoli e meschini

senza valore aggiunto

senza la fede che ci cura.

Così siam visti e additati,

votati alla lascivia, al vizio.

D’onestà e di forza privi

alla perdizione assoggettati.

Ma del mondo l’opinione

mille volti assume,

legarsi ad altre fedi

o esser liberi d’aver altro giudizio.

C’è un credo anche nell’ateo

che non ha meno valore

ed è in questa e in nessun’altra vita.

Questa dolce e triste vita

-la nascita, la morte, l’amore-

degna d’essere vissuta

all’insegna del rispetto

oltre diversità di sesso, di colore.

Rosalba Sgroia

-ooo-

Da “Nero assenso”

Fabio Croce Editore 2003

——————-

MOLTI ATEI, APOSTATI, MISCREDENTI RISCHIANO LA VITA IN TREDICI PAESI A MAGGIORANZA MUSULMANA

L’  UAAR scrive:

Lettera aperta alle associazioni islamiche

Roma, 16 dicembre 2014

Gentili rappresentanti dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia (Ucoii), della Comunità Religiosa Islamica (Coreis), dell’Associazione Musulmani Italiani (Ami) e della Lega Musulmana Mondiale,

Vi scriviamo perché siamo seriamente preoccupati della sorte di tanti atei che, nel mondo, rischiano la vita soltanto in quanto atei. Non dovrebbe accadere. L’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo stabilisce che “ogni persona ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; tale diritto include la libertà di cambiare religione o credo, così come la libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo individualmente o collettivamente, in pubblico o in privato, mediante il culto, l’insegnamento, le pratiche e l’osservanza dei riti. La libertà di manifestare la propria religione o il proprio credo non può essere oggetto di restrizioni diverse da quelle che sono stabilite dalla legge e costituiscono misure necessarie, in una società democratica, per la pubblica sicurezza, la protezione dell’ordine, della salute o della morale pubblica, o per la protezione dei diritti e della libertà altrui”. Il commento generale n. 22 dell’ufficio dell’Alto commissario ONU per i diritti umani ha inoltre sancito, già da oltre venti anni, che l’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo «protegge le convinzioni non-teistiche e atee» e «include il diritto di sostituire la propria fede o convinzione con un’altra o di adottare punti di vista atei».

Nel mondo vi sono però, come rivela il Freedom of Thought Report diffuso nei giorni scorsi, tredici paesi in cui essere atei significa rischiare la pena di morte: sono paesi a maggioranza islamica, paesi che fanno parte dell’Organizzazione della Cooperazione islamica. (…)

CONTINUA A LEGGERE

“Prolegomeni a qualsiasi metafisica” di PAOLO FERRARINI

Posted in ateismo, mie recensioni, musica, video e foto with tags , , , , , , , on 06/11/2013 by rosalbas

543414_10151685146166859_750357352_n

Recensione dell’album “Prolegomeni a qualsiasi metafisica” ( 2013)

Ascoltare le composizioni di Paolo Ferrarini  è un’emozione continua .

In  “PROLEGOMENI ” troviamo il giusto abbinamento della   sapiente filosofia, esplicata nei testi, con  la ricerca elegante dei suoni.

Suggestioni evocate da suoni  surreali, para-musicali e da melodie  delicate e grintose.

Contenuti di una profondità disarmante, squarci di luce nelle tenebre dell’ignoranza che ci circonda.

Luce della conoscenza, luce di una nuova e positiva realtà che deve necessariamente farsi spazio, uscendo dalle angustie del pregiudizio e dell’ingiuria.

Un album che ristora, che fa riflettere, che commuove.

Le voci di Paolo Ferrarini, della strepitosa cantante Jessica Bertolani e di Alison Medini, si fondono sapientemente  con le parole e le armonie che avvolgono piacevolmente l’ascoltatore,  stimolando emozioni ed intelletto contemporaneamente.

Qui riporto il brano ” NUOVA VITA”  -nella versione pop-  tratto da Prolegomeni, un Coming Out  di una persona che vuole estrinsecare il suo essere, la sua essenza, il suo vero orientamento sessuale, smascherando l’ipocrisia socio-religiosa che colpevolizza  e che emargina.

Tanto ancora c’è da dire, ma non voglio togliervi il gusto di scoprire personalmente le sensazioni che queste composizioni possono suscitare…

Vi consiglio  di ascoltare anche “Paradigmi gnoseologici” , altro album di grandi suggestioni  musicali  che ricordano i Dead Can Dance.

                                                                                                               Rosalba Sgroia

X CONGRESSO NAZIONALE UAAR a Roma-2/3 novembre 2013

Posted in ateismo, laicità, uaar, video e foto with tags , , , , , , on 03/11/2013 by rosalbas
Si è concluso il decimo congresso nazionale UAAR, il quinto per me.
2013-11-02 11.40.15
Sono stata molto contenta per come si è svolto, sempre con la correttezza e con la giusta dose di equilibrio che si addice alle Associazioni serie e rispettabili ( Vedi Congresso Varese 2010).
Dopo le votazioni agli emendamenti per modificare Statuto e Tesi e dopo la nomina del Segretario e del nuovo Comitato di Coordinamento e dei Probiviri, tutti i delegati hanno potuto trascorrere sereni e divertenti momenti di convivialità, conditi dall’umorismo di un socio romano che ha simpaticamente presentato la nostra associazione in modo satirico e autoironico.
Il bello di essere in questa UAAR da 12 anni e di continuare a condividere impegni e risate con persone fantastiche è proprio questo: essere persone serie e fattive  che non si prendono sempre sul serio, che sanno ridere anche dei propri difetti e che fanno di tutto per migliorare.
Sono refrattaria ai gruppi mistici, ai gruppi in cui ci sono capi indiscussi, ho respirato sempre aria di semplicità, di parità, di dignità, di cordialità, di lealtà e onestà!
PER QUESTO CI RESTO! Altrimenti sarei FUGGITA DA UN PEZZO!
GRAZIE AMICHE E AMICI!
COMUNICATO STAMPA UAAR

Sabato 2 novembre e domenica 3 novembre avrà luogo a Roma il decimo congresso Uaar. È l’occasione per fare il punto della situazione per un’associazione che, negli ultimi tre anni, ha visto espandere ulteriormente le proprie attività. Dall’avvio del progetto editoriale “Nessun Dogma” alla creazione di una biblioteca, dal sito “Scopri quanto sei cattolico” sino alla recente campagna pubblicitaria “Viviamo bene senza D”, sono state tante le iniziative portate a compimento.

Di fronte alla marea montante del clericalismo, tuttavia, gli sforzi devono essere ulteriormente intensificati. I delegati provenienti da tutta l’Italia discuteranno di quali strade intraprendere perché il paese diventi veramente laico e le sue politiche siano improntate al buon uso della ragione, non solo a parole ma anche nei fatti.

Ma l’obiettivo è anche far uscire allo scoperto l’enorme numero di non credenti, «perché è la strada più semplice per combattere lo stigma sociale e cominciare a essere trattati come gli altri», sostiene Raffaele Carcano, segretario dell’associazione. La sfida continua a essere impegnativa, «ma non è certo impossibile, perché sappiamo che milioni di italiani vogliono le nostre stesse cose». La società italiana è sempre più secolarizzata, ma la legislazione ancora non ne prende atto: non sarà semplice, ma l’Uaar ci proverà.

Il X congresso Uaar si svolgerà a Roma, presso il Worldhotel Ripa, via degli Orti di Trastevere 3.

Comunicato stampa Uaar

IL MIO SENSO DELLA VITA

Posted in ateismo, il mio profilo, poesia, riflessioni, video e foto with tags , , , , , on 27/05/2013 by rosalbas

ROS2

25 aprile FESTA DELLA LIBERAZIONE – Giornata mondiale in difesa dei blogger bangladesi

Posted in ateismo, diritti civili, laicità, religione e potere, uaar, vaticano with tags , , , , , , , , , , on 24/04/2013 by rosalbas

VORREI TANTO FARE TANA LIBERA TUTTI!

VORREI LIBERARMI DA QUESTA CLASSE POLITICA ASSURDA

CHE SI NUTRE DEI NOSTRI SOLDI!

VORREI LIBERARMI DALLO STATO ESTERO EXTRACOMUNITARIO CONFESSIONALE

CHE DEPAUPERA LE NOSTRE CASSE , PERCEPENDO MILIARDI DI EURO,

ATTRAVERSO LA LEGGE TRUFFA  DELL’OTTO PER MILLE.

VORREI CHE CI SI LIBERASSE DEGLI STUPIDI PREGIUDIZI

CHE MARCHIANO LE PERSONE ANDANDO CONTRO l’ART 3 DELLA COSTITUZIONE!

LIBERIAMOCI!

Il circolo UAAR di Roma organizza un corteo in occasione dell’importante evento.

IL Corteo sfilerà dall’Arco di Costantino a Porta San Paolo. INCONTRO ALLE ORE 9, 30!

ESSIATECI!

Si manifesterà anche per la difesa dei blogger bangladesi, condannati per essere atei.

Già c’è stata una manifestazione, davanti  all’ambasciata del Bangladesh, contro le persecuzioni islamiste.

VEDI ARTICOLO

Foto