Archivio per cei

LA SCUOLA STATALE PREDA DI ENTI PRIVATI, ANCHE CONFESSIONALI. LA SCUOLA STATALE E’ IN PERICOLO.

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 21/05/2015 by rosalbas

PURTROPPO LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE NON SA E NON COMPRENDE COSA CI SIA DIETRO LA ” BUONA SCUOLA”. C’E’ IL TENTATIVO DI SMANTELLARE LA SCUOLA STATALE E CON ESSA LA DEMOCRAZIA. ANCHE IL SOSTEGNO AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI  VA ELIMINATO,

SECONDO I DISTRUTTORI DELLA NOSTRA SCUOLA.

VEDI QUI 

Ho letto personalmente alcuni QUADERNI della TREELLLE  e c’è da rabbrividire per come dettano LEGGE!

Lo scorso Aprile la Commissione è stata invitata ad un’audizione con le Camere riunite, mentre i sindacati e le componenti della scuola sono state volutamente tenute a distanza. Il 10 aprile la TREELLE inviava una lettera alla Commissione Cultura della Camera in cui rimarcava i contenuti indispensabili del DDl e, anzi, invitava ad essere più “coraggiosi” perchè il testo, per quanto positivo, era ancora troppo “mite”

VERGOGNA!

-ooo-

MA le ore ( FACOLTATIVE)  di religione cattolica NON vengono minimamente toccate

IN PIU’:  “Basta scorrere “Il Libro Nero della Scuola Italiana”, scaricabile gratuitamente all’indirizzo: http://www.webalice.it/paolo.latella/libronero_latella.pdf per riflettere sull’illegalità nell’istruzione italiana (pubblica e privata) e le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose.”

IL DDL è INCOSTITUZIONALE.

CONTINUA A LEGGERE

OCCORRE FERMARLI

-ooo-

VIVA la docenza libera dal giogo dei partiti.

delle confessioni e delle aziende!

W LA COSTITUZIONE ITALIANA art 3, 21, 33 in particolare

11193428_10206470799269367_6136139516556265916_n

4d6d3df269546827fd20816c2996e16a_XL

SCANDALOSO CHE LA RIFORMA DELLA SCUOLA VENGA SCRITTA DA UNA COSTOLA DI CONFINDUSTRIA, DALLE FONDAZIONI BANCARIE FINANZIATRICI ANCHE DI TIPO CONFESSIONALE

SMASCHERIAMO I VERI MANDANTI

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

LA POTENZA DEGLI ASPIRANTI PADRONI DELLA SCUOLA  (2013)

Un’operazione milionaria

La vicenda è passata sotto silenzio, ma è assai grave per chi ha a cuore la Democrazia nel nostro paese e l’idea di scuola pubblica sottesa ad un paese democratico. L’associazione TREELLE ha pubblicato e Il sole 24 Ore ha distribuito un fascicolo di 51 pagine, dall’aspetto molto accattivante,

in quadricromia patinata, un vero lusso intitolato:

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

NEL MESE DI NOVEMBRE (2014) LA TREELLLE HA ELABORATO UNA MEMORIA INVIATA AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

TREELLLE : diventino dirigenti soltanto i mentori o quadri intermedi, non semplici docenti

L’associazione TreeLLLe suggerisce una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda il reclutamento dei Dirigenti scolastici, da legare alla riforma “La Buona Scuola”.

CONTINUA A  LEGGERE

-ooo-

SCUOLA/ OLIVA ( TREELLLE) LA VERA RIFORMA? ABBATTERE IL MONOPOLIO DELLO STATO

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

Il documento di TreElle sulle linee guida della riforma parla anche di ORARIO DEI DOCENTI,

supplenze e contratto. Per quest’ultimo se ne augura l’abolizione,

almeno per quel che riguarda lo Stato giuridico.

Posizioni che lasciano trapelare la vicinanza dell’associazione a Confindustria,

della quale tempo addietro era una costola.

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

LA SCUOLA STATALE PREDA DI ENTI PRIVATI. LA SCUOLA STATALE E’ IN PERICOLO.

NO AL DDL SCUOLA. NO A COLORO CHE AL GOVERNO LO HANNO APPOGGIATO E VOTATO.

Sul cattolicesimo imperante tra i banchi di scuola, d’altra parte, nessuna sorpresa: alla TREELLLE troviamo Maria Grazia Colombo, ex presidente Associazione Genitori Scuole Cattoliche, alla guida del Comitato Uno di noi del Movimento per la vita ma anche membro del Consiglio Nazionale Scuola Cattolica, a stretto contatto con la CEI. C’è Carlo Dell’Arringa, professore alla Cattolica ed ex presidente ARAN, o il cattolicissimo Giuseppe De Rita – presidente Censis e grande sostenitore della flessibilità – o, ancora, il ministro della Difesa Mario Mauro – anch’egli molto vicino a CL. Scoviamo la docente e politica cattolica Stefania Fuscagni (presidente dell’Opera di Santa Croce di Firenze) e la cattolica Lia Ghisani – presidente di Piuculture, ex Segretario CISL Scuola, ex commissario straordinario ENPALS nonché forte sostenitrice dei finanziamenti alle scuole private. C’è Lucio Guasti, docente all’Università Cattolica ed ex presidente Indire. Ma soprattutto c’è monsignor Vincenzo Zani, arcivescovo di Volturno, direttore dell’Ufficio nazionale per l’educazione, la scuola e l’università della CEI, nonché sottosegretario della pontificia Congregazione per l’Educazione Cattolica. Sono loro a dettare le linee guida della Buona Scuola statale italiana.

 

UN GIAGUARO CON LA FACCIA DA CAIMANO! Vogliamo Rodotà, non Marini!

Posted in laicità, politica, vaticano, video e foto with tags , , , , , , , , on 18/04/2013 by rosalbas

GIAGUARO_b1--180x140
http://www.infiltrato.it/notizie/italia/quirinale-scende-in-campo-la-chiesa-bagnasco-indica-i-suoi-preferiti-e-non-c-e-rodota

bagnasco
“Mancavano solo loro all’appello, gli ecclesiastici. E, puntualmente, hanno aspettato gli ultimi momenti prima dell’inizio della votazione per (provare a) condizionarne l’esito. Il Cardinal Bagnasco, Presidente della Cei, la Conferenza Episcopale Italiana che riunisce tutti i vescovi del Belpaese, ha indicato i suoi preferiti nella corsa al Quirinale. I nomi? Come al solito improbabili, conservativi e inclini all’inciucio.

Rodotà e Zagrebelsky? Mancherebbero di “sensibilità”, secondo il Bagnasco…”     CONTINUA

L’UAAR scrive alle scuole: attivate l’ora alternativa

Posted in laicità, politica, scuola, uaar with tags , , , , , , , on 11/10/2010 by rosalbas

E` precisa volontà della scrivente associazione fare in modo che, nell’anno scolastico 2010/2011 iniziato da pochi giorni, l’attività didattica formativa alternativa all’insegnamento della religione cattolica sia garantita a tutti coloro che l’hanno richiesta, e senza alcun tipo di discriminazione.
Così inizia la lettera che circoli e referenti UAAR hanno spedito e stanno spedendo, ad anno scolastico appena avviato, a tutte le scuole della loro provincia.
L’insegnamento della religione cattolica nella scuola pubblica, con insegnanti scelti dal vescovo e pagati dallo stato, per due ore la settimana a partire dai tre anni di età, rappresenta uno dei maggiori deficit di laicità del nostro paese. Ma a questo si aggiungono ulteriori discriminazioni: l’ora alternativa, scelta laica e civile costituzionalmente garantita, viene spesso negata, ostacolata, o tradotta in ripieghi indegni di una scuola moderna.
Anche in base alla vittoria legale ottenuta dall’UAAR il 30 luglio 2010 presso il Tribunale di Padova, la nostra associazione ricorda così ai dirigenti scolastici che l’ora alternativa è “un obbligo”, che la sua mancata attivazione costituisce “un comportamento discriminatorio illegittimo”e costituisce una discriminazione che comporta responsabilità risarcitoria in capo alla pubblica amministrazione.
Inoltre, fa presente che i fondi per garantire l’ora alternativa esistono, sono stanziati nel bilancio del MIUR: occorre solo che i dirigenti scolastici facciano il loro lavoro e il loro dovere, utilizzandoli e nominando supplenti annuali se necessario.
Iniziative effettuate finora da circoli e referenti UAAR:
Ragusa: lettera ai dirigenti scolastici, comunicato stampa
Bologna: lettera ai dirigenti scolastici, comunicato stampa , lettera a USP e USR
Varese: lettera ai dirigenti scolastici inviata il 23 settembre
Venezia: lettera ai dirigenti scolastici inviata il 26 settembre
Province della Sardegna: lettera ai dirigenti scolastici inviata il 28 settembre
Verona: lettera ai dirigenti scolastici inviata il 30 settembre
Biella: lettera ai dirigenti scolastici inviata il 5 ottobre
Firenze: lettera ai dirigenti scolastici, USP e USR inviate il 30 settembre
Novara: lettera ai dirigenti scolastici inviata l’1 ottobre
Torino: lettera ai dirigenti scolastici, USP e USR inviate il 6 ottobre
Istruzioni sull’attivazione dell’attività didattica alternativa alla religione cattolica diramate alle scuole dagli uffici scolastici regionali delle regioni: Liguria, Veneto, Emilia Romagna.

Rosalba Sgroia, responsabile progetto UAAR “ora alternativa”

Da : Ultimissime Uaar

ORA ALTERNATIVA( NEGATA) ALL’IRC.INIZIATIVE GIURIDICHE

Posted in diritti civili, laicità, politica, religione e potere, scuola, uaar, vaticano with tags , , , , , , , , , , , , , on 18/10/2009 by rosalbas

ORA ALTERNATIVA, PRATICAMENTE MORTA…

Nel video l’Avv. Mario di Carlo

“E’ evidente che siamo di fronte a una strategia ben precisa: la ri-clericalizzazione della scuola pubblica. Per questo motivo l’UAAR informa  ufficialmente tutti i genitori che per i propri figli intendono avvalersi di  un insegnamento alternativo, e se lo sono visti rifiutare dal proprio istituto per mancanza di risorse, che intende tutelare in sede giuridica il loro diritto costituzionale alla libertà di coscienza e di espressione. Per
aumentare le possibilità di buon esito dell’iniziativa legale saranno privilegiate quelle realtà che coinvolgono una pluralità di soggetti, tra i quali cittadini iscritti all’associazione. Chi fosse interessato può scrivere a segretario@uaar.it, e/o a soslaicita@uaar.it.”

CONTINUA A LEGGERE SU UAAR

ReligioneNoGrazieAdesivoUAAR