Archivio per democrazia

MORTE DELLA SCUOLA STATALE E IL SUO FUNERALE. Manifestazione 25 giugno 2015

Posted in scuola, video e foto with tags , , , , , , , , on 27/06/2015 by rosalbas

COME TI VALUTO UN DOCENTE, eh eh…COME TI DISTRUGGO LA SCUOLA STATALE

Posted in scuola with tags , , , on 28/05/2015 by rosalbas

CON IL DDL, cosiddetto “BUONA” SCUOLA…

1) NON SOLO DOVREMMO PERDERE LA TITOLARITA’ DI SEDE E FARE LE TROTTOLE PER LA REGIONE ( clicca sul link)

2) NON SOLO DOVREMMO  ESSERE COMANDATI A BACCHETTA DAI DIRIGENTI, COME AVVIENE IN CERTE SCUOLE PRIVATE ( clicca sul link)

3) NON SOLO DOVREMMO SOTTOSTARE ALLA POLITICA DEI POTERI FORTI (clicca sul link)

4) NON SOLO DOVREMMO LAVORARE  IN CONDIZIONI PEGGIORI DI QUESTA (clicca sul link)

5) NON SOLO DOVREMMO ACCETTARE SUPINAMENTE LO STRAVOLGIMENTO DEI NOSTRI CONTRATTI  SENZA CONFRONTO SINDACALE , COSA GRAVISSIMA! ( art 21 DDL) clicca sul link

6 ) MA DOVREMMO ANCHE SUBIRE  ANCHE QUESTO METODO VALUTATIVO/ VESSATORIO? PERCHE’?

Allora, mi viene da pensare che l’odio nei nostri confronti si può spiegare solo con una frustrazione personale molto forte per incapacità di apprendimento, malgrado gli sforzi dei poveri docenti!

LA DEMOCRAZIA E’ IN PERICOLO!

Ins Rosalba Sgroia

15702_1368463526985_6126109_n

11188322_10205431195391785_699505215499097422_n

DIRITTI E DOVERI. SONO DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA? HANNO LO STESSO PESO?

Posted in diritti civili, politica, scuola, video e foto with tags , , , , , on 27/05/2015 by rosalbas

Ho sempre insegnato ai miei piccoli alunni che DIRITTI E DOVERI sono facce della stessa medaglia e che devono essere equamente considerati nella vita di ogni cittadino di una società civile e DEMOCRATICA.Società che deve, in ogni caso, tutelare le fasce effettivamente più deboli della società.
ORA, dovranno imparare l’esatto contrario, cioè che l’una è più pesante dell’altra?

CERTO, SONO ANCHE D’ACCORDO NEL DIRE CHE PER ALCUNI VOLTE I DIRITTI SONO SPROPORZIONATI RISPETTO AI DOVERI, MA ORA?

PERCHE’ NON SI PUO’ LAVORARE PER L ‘EQUITA’? SOPRATTUTTO CON LA RIDUZIONE DEI PRIVILEGI  DELLE FASCE PIU’ FORTI?

 -ooo-

Non siamo ancora in  una dittatura nel pieno senso del termine, no ma da quello che si è visto in questi ultimi 20 anni in ITALIA, se ne ha tutta l’aria. Le ultime vicende avvenute in PARLAMENTO , poi, lo confermano. 

* Scippo delle pensioni, Job act, Italicum approvato a colpi di fiducia e chi più ne ha più ne metta.

Respiriamo, appunto, un’aria di finta democrazia.

Si è presentato un ddl sulla scuola che fa pietà, non si sono consultati i sindacati e i docenti, ma si sono consultati organi legati a banche e confindustria ( uniti ai poteri confessionali) i quali hanno praticamente scritto e dettato il ddl.

Non si sono prese in considerazione le proteste e sollevazioni popolari .

Questo è un bieco tentativo di eliminare piano piano la democrazia in tutto il paese.

Si stanno togliendo i diritti a tutti con la scusa della crisi economica.

Si porterà tutti a lavorare per 4 soldi e anche la mancata regolamentazione dei flussi migratori aggraverà di molto le condizioni di tutti.

Quando si arriva a questo…di cosa parliamo?

SIAMO  SCHIAVI DI QUESTO SISTEMA MALATO!

 

Medaglia

                                                                                                                                                                      Rosalba Sgroia

LA “BUONA SCUOLA” AMATA DA CONFINDUSTRIA.

Posted in scuola with tags , , , , on 25/05/2015 by rosalbas

Per ora la questione è stata sollevata  SOLO dal quotidiano  locale  “Roma”  di Napoli in un’inchiesta.

Speriamo che si indaghi ancora più in profondità e CHE I MEDIA NAZIONALI NE PARLINO APERTAMENTE!
Comunque cliccate SU TUTTI i link e capirete da soli di che si tratta.

Rosalba Sgroia

LA SCUOLA STATALE PREDA DI ENTI PRIVATI, ANCHE CONFESSIONALI. LA SCUOLA STATALE E’ IN PERICOLO.

PURTROPPO LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE NON SA E NON COMPRENDE COSA CI SIA DIETRO LA ” BUONA SCUOLA”. C’E’ IL TENTATIVO DI SMANTELLARE LA SCUOLA STATALE E CON ESSA LA DEMOCRAZIA. ANCHE IL SOSTEGNO AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI  VA ELIMINATO,

SECONDO I DISTRUTTORI DELLA NOSTRA SCUOLA.     CONTINUA A LEGGERE e troverete parecchi link di riferimento. Fatevi un’idea.

Per chi volesse scrivere al Presidente di Treellle Attilio Oliva:  oliva@treellle.org

11214022_10204211989681717_5128325159883407832_n

*************************************************************************************************************************************

Del resto, nel 2009/2010, i professori universitari avevano già denunciato tutto.    

(…) La sostanziale corrispondenza tra le posizioni della Fondazione TreeLLLe, quelle governative e quelle del PD si puo’ constare leggendo il documento “DDL PD: commissariamento degli Atenei e dei docenti“.

3. Cancellazione della partecipazione democratica

L’obiettivo principale del DDL e’ quello di azzerare la partecipazione democratica nella gestione degli Atenei, trasformandoli in aziende simili alle ASL(…)  CONTINUA A LEGGERE

PER CHI NON CREDE A QUESTE NOTIZIE: LEGGETE QUESTE MEMORIE…

http://www.treellle.org/files/lll/Memoria%20TreeLLLe%20per%20VII%20Commissione%20camera%20e%20senato%20su%20AC2994_9aprile2015.pdf

treellle

LA SCUOLA STATALE PREDA DI ENTI PRIVATI, ANCHE CONFESSIONALI. LA SCUOLA STATALE E’ IN PERICOLO.

Posted in Senza categoria with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 21/05/2015 by rosalbas

PURTROPPO LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE NON SA E NON COMPRENDE COSA CI SIA DIETRO LA ” BUONA SCUOLA”. C’E’ IL TENTATIVO DI SMANTELLARE LA SCUOLA STATALE E CON ESSA LA DEMOCRAZIA. ANCHE IL SOSTEGNO AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI  VA ELIMINATO,

SECONDO I DISTRUTTORI DELLA NOSTRA SCUOLA.

VEDI QUI 

Ho letto personalmente alcuni QUADERNI della TREELLLE  e c’è da rabbrividire per come dettano LEGGE!

Lo scorso Aprile la Commissione è stata invitata ad un’audizione con le Camere riunite, mentre i sindacati e le componenti della scuola sono state volutamente tenute a distanza. Il 10 aprile la TREELLE inviava una lettera alla Commissione Cultura della Camera in cui rimarcava i contenuti indispensabili del DDl e, anzi, invitava ad essere più “coraggiosi” perchè il testo, per quanto positivo, era ancora troppo “mite”

VERGOGNA!

-ooo-

MA le ore ( FACOLTATIVE)  di religione cattolica NON vengono minimamente toccate

IN PIU’:  “Basta scorrere “Il Libro Nero della Scuola Italiana”, scaricabile gratuitamente all’indirizzo: http://www.webalice.it/paolo.latella/libronero_latella.pdf per riflettere sull’illegalità nell’istruzione italiana (pubblica e privata) e le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose.”

IL DDL è INCOSTITUZIONALE.

CONTINUA A LEGGERE

OCCORRE FERMARLI

-ooo-

VIVA la docenza libera dal giogo dei partiti.

delle confessioni e delle aziende!

W LA COSTITUZIONE ITALIANA art 3, 21, 33 in particolare

11193428_10206470799269367_6136139516556265916_n

4d6d3df269546827fd20816c2996e16a_XL

SCANDALOSO CHE LA RIFORMA DELLA SCUOLA VENGA SCRITTA DA UNA COSTOLA DI CONFINDUSTRIA, DALLE FONDAZIONI BANCARIE FINANZIATRICI ANCHE DI TIPO CONFESSIONALE

SMASCHERIAMO I VERI MANDANTI

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

LA POTENZA DEGLI ASPIRANTI PADRONI DELLA SCUOLA  (2013)

Un’operazione milionaria

La vicenda è passata sotto silenzio, ma è assai grave per chi ha a cuore la Democrazia nel nostro paese e l’idea di scuola pubblica sottesa ad un paese democratico. L’associazione TREELLE ha pubblicato e Il sole 24 Ore ha distribuito un fascicolo di 51 pagine, dall’aspetto molto accattivante,

in quadricromia patinata, un vero lusso intitolato:

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

NEL MESE DI NOVEMBRE (2014) LA TREELLLE HA ELABORATO UNA MEMORIA INVIATA AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

TREELLLE : diventino dirigenti soltanto i mentori o quadri intermedi, non semplici docenti

L’associazione TreeLLLe suggerisce una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda il reclutamento dei Dirigenti scolastici, da legare alla riforma “La Buona Scuola”.

CONTINUA A  LEGGERE

-ooo-

SCUOLA/ OLIVA ( TREELLLE) LA VERA RIFORMA? ABBATTERE IL MONOPOLIO DELLO STATO

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

Il documento di TreElle sulle linee guida della riforma parla anche di ORARIO DEI DOCENTI,

supplenze e contratto. Per quest’ultimo se ne augura l’abolizione,

almeno per quel che riguarda lo Stato giuridico.

Posizioni che lasciano trapelare la vicinanza dell’associazione a Confindustria,

della quale tempo addietro era una costola.

CONTINUA A LEGGERE

-ooo-

LA SCUOLA STATALE PREDA DI ENTI PRIVATI. LA SCUOLA STATALE E’ IN PERICOLO.

NO AL DDL SCUOLA. NO A COLORO CHE AL GOVERNO LO HANNO APPOGGIATO E VOTATO.

Sul cattolicesimo imperante tra i banchi di scuola, d’altra parte, nessuna sorpresa: alla TREELLLE troviamo Maria Grazia Colombo, ex presidente Associazione Genitori Scuole Cattoliche, alla guida del Comitato Uno di noi del Movimento per la vita ma anche membro del Consiglio Nazionale Scuola Cattolica, a stretto contatto con la CEI. C’è Carlo Dell’Arringa, professore alla Cattolica ed ex presidente ARAN, o il cattolicissimo Giuseppe De Rita – presidente Censis e grande sostenitore della flessibilità – o, ancora, il ministro della Difesa Mario Mauro – anch’egli molto vicino a CL. Scoviamo la docente e politica cattolica Stefania Fuscagni (presidente dell’Opera di Santa Croce di Firenze) e la cattolica Lia Ghisani – presidente di Piuculture, ex Segretario CISL Scuola, ex commissario straordinario ENPALS nonché forte sostenitrice dei finanziamenti alle scuole private. C’è Lucio Guasti, docente all’Università Cattolica ed ex presidente Indire. Ma soprattutto c’è monsignor Vincenzo Zani, arcivescovo di Volturno, direttore dell’Ufficio nazionale per l’educazione, la scuola e l’università della CEI, nonché sottosegretario della pontificia Congregazione per l’Educazione Cattolica. Sono loro a dettare le linee guida della Buona Scuola statale italiana.

 

COSA E’ LA SCUOLA PUBBLICA STATALE E COME NON DEVE DIVENTARE

Posted in politica, riflessioni, scuola, video e foto with tags , , , , , , , on 14/05/2015 by rosalbas

Mi sono formata con questi ideali, e come me moltissimi colleghi  e di fronte a questi continui attacchi

non ce la faccio a stare zitta e a non contrastare la deriva

che ci trasporterà ancora di più in un luogo INSANO.

Un luogo che ha iniziato a dare segni di squilibrio e di storture

relazionali tra colleghi, dirigenti e società,

PROPRIO PERCHE’ LA SCUOLA E’ STATA SVUOTATA DI QUESTI CONTENUTI, NEL 2000,

DA QUANDO E’ DIVENTATA UN’AZIENDA.

Se la scuola sta andando avanti è perché in molti di noi permangono queste prospettive,

ma se si continuerà ad attaccare la nostra dignità e professionalità,

noi andremo incontro ad un’implosione, ma sarà la società intera a deflagrare.

2014-03-21 08.25.18 (3)

VIDEO: Flash mob sul web ” Noi non voteremo PD perchè indignati dal DDL “BUONA SCUOLA” ( PESSIMA!)

Posted in politica, scuola, video e foto with tags , , , , , , , , , , on 11/05/2015 by rosalbas

10421489_10206442822729971_917586322404614610_n

Docenti indignati dal DDL  “Buona scuola” CHE  NE VOGLIONO IL RITIRO!
Protesta partita dai docenti, dal personale ATA, da studenti e famiglie che non si sentono rappresentati da un partito che penalizza così severamente il settore scolastico, base per una società civile.
La nostra è una professione che non si può vendere!
Amiamo insegnare e vorremmo farlo in un clima sereno, senza essere considerati i catalizzatori dei mali della società.

Vogliono valutarci, ma come? Diciamo che vorrei che fossero valutati anche i medici e altre categorie di professionisti. In ogni caso noi rendiamo sempre conto del nostro lavoro, sempre. Con gli alunni, con i genitori, con gli altri docenti, con i drigenti. Io per es, pensate un po’ vorrei che filmassero le mie lezioni che le monitorassero, anche per far vedere in che condizioni lavoriamo Certo, c’è chi non lavora a pieno ritmo, ma ditemi voi se non ne trovate in altri ambiti.

PERCHE’ SOLO NOI SIAMO VESSATI COSI?

Allora, mi viene da pensare che l’odio nei nostri confronti si può spiegare solo con una frustrazione personale molto forte per incapacità di apprendimento, malgrado gli sforzi dei poveri docenti!

” Spiace costatare che ormai da troppi anni la professione docente vede aumentare carichi di responsabilità, mansioni e compiti che distolgono i docenti dalla prioritaria azione educativo-formativa. Da anni tutto questo avviene in una scuola che taglia risorse, incrementando soltanto il numero medio di alunni per classe. La professionalità dei docenti della scuola pubblica italiana, con spirito di sacrificio e senso di responsabilità civile e umano, ha già operato con l’intento di mantenere inalterata l’offerta formativa. Ma il fosco scenario che il ddl lascia intravedere ci induce ad affermare con forza e determinazione che a queste condizioni e con queste prospettive non è più possibile andare avanti!

Non è accettabile che agli insegnanti italiani, ultimi in Europa per retribuzione stipendiale, vengano chiesti ancora una volta sacrifici di tal sorta: ennesimo blocco dell’adeguamento stipendiale (i nostri compensi non coprono neppure l’erosione dello stipendio dovuta all’inflazione!).

Non è accettabile che al disavanzo finanziario e di bilancio del nostro Paese, che nessuno dubita sia una priorità, venga posta come soluzione, ancora una volta, il taglio delle risorse destinate alla scuola e di quelle di chi nella scuola opera.  Altre strade possono essere percorse a tale scopo!

La scuola pubblica italiana sta per esalare l’ultimo respiro.

La maggior parte delle attività extracurriculari sono ormai a carico delle famiglie, i corsi di recupero sono ridotti a poche ore estive che certamente non possono essere sufficienti per colmare le lacune degli allievi, la sicurezza all’interno degli edifici è spesso compromessa dalla mancata messa a norma di strutture ed impianti e dal numero degli allievi per classe.

Le scuole, infine, non dispongono più dei fondi finora utilizzati per garantire il diritto allo studio, la partecipazione ai viaggi di istruzione e, in alcuni casi, lo stesso ampliamento dell’offerta formativa.”

( Uno stralcio tratto da :DOCUMENTO DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DELL’IISS “F.FERRARA” di Palermo Seduta del 7 maggio 2015)
SALVIAMO LA SCUOLA PUBBLICA STATALE!
Qui il mio legittimo sfogo
https://neroassenso.wordpress.com/2015/04/28/siamo-professionisti-non-missionari-ne-volontari/