Archivio per filosofia

“Prolegomeni a qualsiasi metafisica” di PAOLO FERRARINI

Posted in ateismo, mie recensioni, musica, video e foto with tags , , , , , , , on 06/11/2013 by rosalbas

543414_10151685146166859_750357352_n

Recensione dell’album “Prolegomeni a qualsiasi metafisica” ( 2013)

Ascoltare le composizioni di Paolo Ferrarini  è un’emozione continua .

In  “PROLEGOMENI ” troviamo il giusto abbinamento della   sapiente filosofia, esplicata nei testi, con  la ricerca elegante dei suoni.

Suggestioni evocate da suoni  surreali, para-musicali e da melodie  delicate e grintose.

Contenuti di una profondità disarmante, squarci di luce nelle tenebre dell’ignoranza che ci circonda.

Luce della conoscenza, luce di una nuova e positiva realtà che deve necessariamente farsi spazio, uscendo dalle angustie del pregiudizio e dell’ingiuria.

Un album che ristora, che fa riflettere, che commuove.

Le voci di Paolo Ferrarini, della strepitosa cantante Jessica Bertolani e di Alison Medini, si fondono sapientemente  con le parole e le armonie che avvolgono piacevolmente l’ascoltatore,  stimolando emozioni ed intelletto contemporaneamente.

Qui riporto il brano ” NUOVA VITA”  -nella versione pop-  tratto da Prolegomeni, un Coming Out  di una persona che vuole estrinsecare il suo essere, la sua essenza, il suo vero orientamento sessuale, smascherando l’ipocrisia socio-religiosa che colpevolizza  e che emargina.

Tanto ancora c’è da dire, ma non voglio togliervi il gusto di scoprire personalmente le sensazioni che queste composizioni possono suscitare…

Vi consiglio  di ascoltare anche “Paradigmi gnoseologici” , altro album di grandi suggestioni  musicali  che ricordano i Dead Can Dance.

                                                                                                               Rosalba Sgroia

I senza dio- Mia recensione del libro di R. Bodei

Posted in ateismo, cattolicesimo, Cristianesimo, filosofia, libri, mie recensioni, religione e potere with tags , , , , on 17/09/2009 by rosalbas

REMO BODEI I senza Dio. Figure e momenti dell’ateismo. A cura di Gabriella Caramore. Brescia, Ed. Morcelliana 2000, Collana “Uomini e Profeti”, pp. 99, € 8,26. ISBN 8837218095

In questo libro Remo Bodei opera una riflessione sull’ateismo e sul rapporto che questo fenomeno ha con la fede, offrendo numerosi spunti di riflessione, di discussione e di critica, nonché dei suggerimenti di lettura sull’argomento.

Incalzato dalle domande (a mio avviso un po’ tendenziose), di Gabriella Caramore, curatrice della collana «Uomini e profeti», esamina i diversi significati attribuiti al termine “ateo” nel corso della storia ma, non essendo un libro di storia dell’ateismo, la trattazione dell’argomento non segue una cronologia definita; l’andare e venire tra i secoli (ma anche l’accenno ai grandi della letteratura, del mondo politico, scientifico e filosofico), permette di individuare tre grandi correnti di interrogazione, cioè le modalità usate per rapportarsi al pensiero di Dio – con particolare riferimento alla cultura occidentale -: in primis, l’ateismo come avvio per la libertà umana (da Prometeo contro Zeus al personaggio di Dostoevskij, Kirillov, che dichiara il libero arbitrio negando l’esistenza di Dio); secondariamente l’ateismo come risposta all’indifferenza di Dio, atteggiamento di fondo del mondo greco, ma anche rintracciabile in personaggi del nostro secolo (in Lucrezio il soprannaturale è qualcosa che non si interessa del benessere e della felicità degli umani, in Camus o nel personaggio sartriano, Goetz che invoca il Cielo senza ottenere risposta); in terzo luogo come conseguenza della domanda sul male del mondo (entra qui in causa la constatazione di poter raggiungere pace e giustizia senza “scomodare” un dio, oppure il perpetrare degli scempi sull’Umanità malgrado un dio o addirittura in suo nome).

Bodei spazia dalle concezioni di Bruno e quelle di Continua a leggere