Archivio per frattini

FRATTINI E L’ATEOFOBIA e gruppo su Facebook

Posted in ateismo, cattolicesimo, Cristianesimo, laicità, politica, religione e potere, uaar with tags , , , , , , , , , , , , on 24/10/2010 by rosalbas

Riporto interamente il post delle Ultimissime UAAR. Ciò che il Ministro Frattini ha affermato è gravissimo e non si può restare indifferenti e inattivi.


In merito alle violente affermazioni del ministro Frattini (cfr. Ultimissima di ieri), l’UAAR ha inviato oggi al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano un messaggio con il quale chiede che il ministro ritiri le sue dichiarazioni, oppure si dimetta. L’associazione invita tutti i soci e i simpatizzanti a scrivere a loro volta al Capo dello Stato, esprimendo, anche in una sola riga, il proprio sostegno alla richiesta formulata dall’UAAR.
Il testo del messaggio:

Signor Presidente,
il ministro degli esteri, Franco Frattini, ha scritto l’altro ieri un articolo violentissimo nei confronti di chi non crede. Ha infatti sostenuto che «l’ateismo, il materialismo e il relativismo» sono «fenomeni perversi», caratterizzati da «fanatismo e intolleranza», che «minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra cristiani, musulmani ed ebrei.
Circostanza ancora più grave, l’articolo in questione è stato pubblicato sull’Osservatore Romano, organo di informazione della Santa Sede (il quotidiano di una delle comunità religiose coinvolte nell’alleanza, quindi, tra l’altro pubblicato all’estero) e ripubblicato sul sito del ministero degli esteri.
Un uomo dichiaratamente ateofobo che incita alla ‘Santa Alleanza’ contro una minoranza (peraltro ragguardevole) dei cittadini del suo paese, certamente non nota alle cronache per aver fomentato atti destabilizzanti o terroristici, non è degno di essere ministro di uno Stato che individua nella laicità e nella libertà di coscienza due supremi principi costituzionali.
L’UAAR, associazione di promozione sociale che ha come suo primario scopo la difesa dei diritti civili dei cittadini atei e agnostici, chiede a Lei, garante della Costituzione e dell’uguaglianza di tutti i cittadini, sancita dall’art. 3, un autorevole intervento nei confronti dell’On. Frattini affinché ritiri le sue dichiarazioni o, in caso contrario, si dimetta, perché le sue idee sono chiaramente incompatibili con la carta costituzionale e ledono la considerazione internazionale del nostro paese, che come ammette lo stesso Frattini è ormai isolato «tra i paesi fondatori dell’Unione Europea».
Sarà comunque cura dell’associazione dare il massimo risalto, nazionale e internazionale, a espressioni indegne dell’incarico rivestito.

Cordiali saluti
Raffaele Carcano
Segretario UAAR

Frattini ateofobo: l’UAAR crea una pagina e un gruppo su Facebook

In risposta alle dichiarazioni ateofobe del ministro degli esteri, Franco Frattini, l’UAAR ha creato una pagina e un gruppo su Facebook che ne chiedono le dimissioni. L’associazione rinnova  inoltre l’invito a scrivere anche al presidente della Repubblica.

RADICI CRISTIANE DELL’EUROPA? FORSE QUELLE MARCE…

Posted in ateismo, cattolicesimo, Cristianesimo, laicità, politica, religione e potere, riflessioni, storia, uaar, video e foto with tags , , , , , , , , , , , , on 28/01/2010 by rosalbas

Intervenendo all’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, Frattini ha dichiarato che il cristianesimo “è un pilastro dell’Europa” e che aver sottovalutato questo aspetto ha provocato  in Europa  un ” razzismo rovesciato” (??????????)

BENE, ricordiamo a Frattini come si sedimentò e si cristallizzò, il cristianesimo CATTOLICO: con Teodosio ( largamente e pesantemente influenzato da Ambrogio, diventato (sic!) uno dei santi più adorati).

Altro che laicità, altro che laicismo!

Forse le radici per questi politicanti iniziano un po’ troppo in superficie…a partire proprio da questo periodo (  e sono radici marce).

Ecco cosa diceva l’imperatore:

Noi vogliamo che tutti i popoli governati dalla clemenza nostra seguano la religione che il santo apostolo Pietro rivelò ai Romani e che il pontefice Damaso e il Vescovo Pietro d’Alessandria professano. Noi crediamo che il Padre, il Figliuolo e lo Spirito Santo formino un sola divinità sotto un’eguale maestà e una pia trinità. Pertanto ordiniamo che tutti quelli che seguono questa fede si chiamino Cristiani cattolici, e, poiché crediamo che gli altri siano dementi e insani, vogliamo che essi subiscano l’onta dell’eresia e che i loro conciliaboli non abbiamo più il nome di chiese. Oltre la condanna della divina giustizia, essi riceveranno le severe pene che la nostra autorità, guidata dalla celeste sapienza, vorrà infliggere loro.”


Del resto ascoltate questo rappresentante del clero e poi ditemi se i suoi “discorsi” non somigliano  a  quelli di Teodosio!