Archivio per informazione

LE BUFALE PASCOLANO IN RETE

Posted in riflessioni, video e foto with tags , , , , , , , on 10/12/2013 by rosalbas

BUFALA?

GRAZIE ALLA POESIA HO FATTO LA MIA RIVOLUZIONE!

Posted in ateismo, cattolicesimo, diritti civili, laicità, poesia, politica, religione e potere, uaar with tags , , , , , , , , , , , , on 27/09/2010 by rosalbas

LOTTARE PER UN MONDO MIGLIORE, PARTENDO DA SE STESSI, E’ LA MIGLIORE POESIA CHE SI POSSA SCRIVERE.

Per leggere qualche pagina clicca qui:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=485489

Che importa cosa sia!

Che importa cosa sia!

Rosalba Sgroia

LIBRO

Ecco cosa mi scrivono  due amici del web ( uno sicuramente credente)  leggendo il mio NERO ASSENSO 2.

Sono parole molto gentili che mi dicono: Stai tranquilla, non andare a toccare un ordine precostituito. Mi fanno capire  anche che ATEO significa  INSENSIBILE.

Del resto ecco la carta d’identità del mio blog:

Poesie, foto, pensieri in libertà. Per rompere il cerchio
dove domina il nero assenso dell’acquiescenza collettiva.

Mi “perdoneranno” queste persone, se mi sono permessa di scrivere questo 🙂 in modo, assolutamente anonimo.

1) AMICO:

La vostra mi sembra una sofferente manifestazione tanto insistente che in sostanza vi fa stare male.
Ebbene, sei atea? Ok. Va benissimo. Scrivi qualche poesia, senza ricorrere alle regole, metriche e quant’altro, in tutta libertà…Saprai che anche un semplice pensiero può essere poesia.

Hai un viso talmente gentile e dolce per cui sono certo che dentro la tua anima ci sia anche tanta poesia e non solo rabbia.

E IO RISPONDO:
Che importa cosa sia è il mio secondo blog di poesia, ne ho scritte tantissime e altre ne scriverò, di rabbia, d’amore, di felicità e di serenità, perché io sono felice, serena ma anche molto inca…. per le ingiustizie che ci sono. Non posso risolvere nulla da sola, ma provare almeno ad informare.
Io ritengo che attivarsi per un mondo più giusto sia la più bella poesia che una persona possa scrivere 🙂
Grazie
Ciao

2) AMICO

Non condivido.

Gent,ma
in quello che tu dici c’è del vero, ma c’è anche molta rabbia, per la quale non riesci a scorgere alcuni lati positivi del vivere e di questa nostra società.

Non sono schierato politicamente e non c’è nulla di personale. Vorrei semplicemente farti osservare che ci sono persone che hanno sviluppato un atteggiamento inutile e dannoso, sono quelle persone che si lamentano spesso, sono quelle persone chE accusano, che puntano il dito contro gli altri, la società, il mondo, quelle persone sono spesso insoddisfatte, hanno sempre un buon motivo per lamentarsi e dunque hanno sviluppato un atteggiamento da
vittima. Questo modo di vivere non lo condivido, sono atteggiamenti negativi, causa di molti mali.
Vivi la Vita che Vuoi!

cordialità

RISPOSTA MIA

Mi spiace ma Lei non mi conosce e sta parlando per luoghi comuni.
Io vivo la vita molto intensamente, SONO FELICE, ma quello che non sopporto è l’indifferenza, l’ingiustizia  e il lasciar correre.
Io HO il dovere di essere una buona cittadina , il diritto di esserlo e ho il dovere e il diritto di denunciare ciò che per la costituzione italiana non è consentito.

Io vivo la vita che voglio, infatti… Io non mi lamento, io sono pragmatica  e molto sensibile.
Prima di giudicare qualcuno lo conosca.
Cordiali saluti
r.s

Discussione sulla trasmissione DOMENICA CINQUE DI CANALE 5 sul crocifisso

Posted in laicità, politica, religione e potere, scuola, uaar with tags , , , , , , , , , , , on 08/11/2009 by rosalbas

Vi invito a leggere cosa è accaduto oggi, durante la trasmissione  Domenica CINQUE  a Canale 5.

LINK

E’ interessante leggere anche i commenti.

Spero si possa avere presto il video della trasmissione, in cui si può tranquillamente notare il solito “stile” sgarbato e deliberatamente provocatorio di certi figuri: Sgarbi, Santaché, un prete che non so chi sia, Meluzzi ecc ecc

Intanto guardate questo spezzone in cui la Santanché insulta Maometto dicendo che era pedofilo

http://www.youtube.com/watch?v=N6-W5naHNA8

Lasciamo perdere la conduttice Barbara D’Urso…

FORSE NON TUTTI SANNO CHE: La presenza del crocefisso nelle aule non è prevista da alcuna legge dello Stato, ma solo contenuta all’interno di due regi decreti di epoca fascista, il n. 965 del 30 aprile 1924, e il n. 1297 del 26 aprile del 1928, che la Consulta ha ritenuto dispositivi amministrativi, senza forza di legge.

Invece quella della Corte Europea dei diritti dell’uomo è una SENTENZA. Tanto per fare chiarezza

Crocifissi: Facciamo Chiarezza e Non Parliamo a Vanvera! Traduzione della Sentenza Corte Europea sul crocifisso nelle scuole

Posted in laicità, politica, religione e potere, scuola, uaar with tags , , , , , , , , , , on 08/11/2009 by rosalbas

Ecco il testo della SENTENZA della UE sul crocefisso.

LEGGETELA per avere cognizione di causa 🙂

Ancora crocifisso: La Russa augura la morte a chi lo vorrebbe togliere dalle aule

Posted in ateismo, cattolicesimo, Cristianesimo, laicità, politica, religione e potere, scuola, uaar with tags , , , , , , , , , on 05/11/2009 by rosalbas

POSSONO MORIRE!

Mostra immagine a dimensione intera

Il consueto aplomb del ministro della difesa Ignazio La Russa ha animato la puntata di ieri della trasmissione televisiva La vita in diretta su Rai uno, dedicata al tema del crocifisso in classe, producendo una filippica dai toni violenti al’indirizzo dei laici e degli esponenti Uaar presenti in studio, conclusasi (testuali parole) così:

«Comunque non lo leveremo il crocefisso!
Possono morire!
Il crocefisso resterà in tutte le aule della scuola,
in tutte le aule pubbliche!
Possono morire!
Possono morire!
Loro e quei finti organismi internazionali che non contano nulla!»

L’Uaar ringrazia dell’augurio denso di pietà cristiana rivoltole dal ministro. «Ma non possiamo fare a meno di notare – afferma Raffaele Carcano, segretario nazionale dell’Uaar – quanto sia indegno di un paese europeo che un ministro faccia affermazioni così gravi all’indirizzo di una minoranza». Nel tentativo di aprire una discussione civile, l’Uaar vorrebbe rivolgersi serenamente ai sinceri cattolici, che, «se pensano di far sostenere le loro ragioni da personaggi del genere forse non hanno un gran futuro davanti».

Comunicato stampa UAAR

Ecco il testo della SENTENZA della UE sul crocifisso.