Archivio per libertà

LA LIBERTA’ DEVE ESSERE SEMPRE UNA CONQUISTA.DIPENDE DALLA NOSTRA CAPACITA’ DI ESSERE AUTONOMI E RESPONSABILI.

Posted in diritti civili, laicità, politica, religione e potere, riflessioni, storia with tags , , , , , , on 25/04/2016 by rosalbas

RICORDANDO LA LIBERTA’ CONQUISTATA  NEL 1945 e RICORDANDO LA NOSTRA COSTITUZIONE.

Occorrerebbe sempre  avere il coraggio di rivendicare il DIRITTO alla libertà di tutti e di ciascuno, di fare in modo che la libertà di ciascuno lo sia anche per tutti!

Purtroppo chi vuole la dittatura si vede sempre dalla parte dei POTENTI : non immagina cosa potrebbe significare essere dall’altra parte!

Occorrerebbe dire onestamente CHE LE GUERRE FANNO SCHIFO, sia quelle  nere che quelle rosse, sia quelle verdi e gialle!

Dire CHE OGNI PERSONA HA DIRITTO A VIVERE SENZA NESSUN OPPRESSORE, né POLITICO , né RELIGIOSO.

Dire che SOLO LE REGOLE CONDIVISE, decise e accettate da tutti possono renderci liberi ed uguali davanti alla legge CIVILE.
C’ è ancora molto, TROPPO DA FARE.
A MOLTA GENTE, INVECE, PIACE ESSERE SOTTOMESSA AD UN DUCE, AD UN CAPETTO, AD UN PAPA…
( Rosalba Sgroia)

Immagine

Di autonomia, di responsabilità e di libertà ho discusso sempre con i miei alunni e ho cercato sempre di metterle in pratica con il mio esempio. Abbiamo scritto un libretto su questi temi e speriamo che ne facciano tesoro.

Che capiscano che la dittatura è roba per gente che ha paura della LIBERTA’!

INVITO

VOGLIA DI LAICITA’

Posted in laicità, politica, religione e potere with tags , , , , , , on 12/12/2014 by rosalbas

Siamo ancora BEN LONTANI da questa mentalità. Ovviamente perché non c’è la VOLONTA’ politica di attuarla, di trasmetterla ai cittadini. Il nostro STATO LAICO non riesce a decollare realmente perché subisce un potere che è, purtroppo, più forte. Io continuerò a pensare che la LAICITA’ è l’unico spazio per le libertà collettive ed individuali, l’unico antidoto agli abusi e sopraffazioni di qualsiasi religione o anche di ideologia politica. Ho elaborato questa serie di punti in modo SEMPLICE e DIDASCALICO, perché , in mille discussioni intraprese con integralisti e fondamentalisti cattolici o di altre religioni, ho notato che se non si discute in questi termini si va allo scontro INEVITABILE e deleterio. Ed è quello che si vuole evitare.

p.s.Avrei GRAMMATICALMENTE dovuto scrivere ” che la laicità SIA uno spazio ecc…” Ma ho volutamente scritto E’. Perché lo è . Concedetemi questa licenza.

2013-10-18 10.28.26 (2)

No alla famiglia rigida

Posted in poesia, riflessioni with tags , , , , , , , , , , , , on 19/06/2014 by rosalbas

W il divorzio, W la liberazione dai tiranni, da chi non ci rispetta.
W la famiglia autentica slegata da vincoli conformisti e ipocriti e non necessariamente formata da parenti.
W il sentirsi uniti restando individui liberi.
ABBASSO CHI DICE CHE l’UNICO MODELLO DA SEGUIRE SIA LA FAMIGLIA TRADIZIONALE, SPECIALMENTE UN MODELLO DI FAMIGLIA RIGIDA.
E’ spesso in questo tipo di famiglia che si allevano MOSTRI, persone incapaci di esprimere e realizzare il proprio essere nel rispetto degli altri.
Ricordo sempre con piacere l’esame di Psicoterapia Relazionale con il Prof Maurizio Adinolfi e la mia esperienza di co-terapeuta come tirocinante. Ne vidi delle “belle”!

Ho visto risolvere dei casi di anoressia-bulimia, di svenimenti da parte di alcune ragazze che vivevano in contesti familiari APPARENTEMENTE sani: madre, padre e fratelli, sorelle… ma le loro relazioni erano fortemente compromesse proprio perché NESSUNO era se stesso, Tutti giocavano delle parti, ruoli dettati dalle famiglie d’origine. Famiglie che a loro volta seguivano regole di stampo cattolico-bigotto o semplicemente di stampo conformistico. ( LA GENTE PARLA, NON FARE QUESTO PERCHE’ POI COME SARAI GIUDICATA?) Insomma, mai che nessuna delle ragazze fosse stata considerata per quello che era e per quello che desiderava essere. E poi, grande assente: L’EMOZIONE , l’incapacità di esprimerla.
ECCO UNA MIA POESIA CHE RICORDA UN EPISODIO DI ANORESSIA ( o bulimia)

matsara

25 Aprile Festa della LIBERAZIONE con il Circolo UAAR di Roma.

Posted in ateismo, politica, uaar, video e foto with tags , , , , , on 26/04/2013 by rosalbas
È stato davvero bello rivivere questi momenti! Era un po’ di tempo che non partecipavo attivamente, ma che emozione! Grazie ragazz*, è sempre un piacere stare con voi! Siamo stati ripresi anche qui : http://www.youreporter.it/video_25_aprile_corteo_a_Roma

 

 

Senza dignità non c’è libertà!

Posted in cattolicesimo, laicità, politica, religione e potere, vaticano, video e foto with tags , , , , , , , on 23/03/2013 by rosalbas

MA IO NON ADOREREI NEANCHE MARGHERITA HACK.
PER ME NESSUNO E’ DA ADORARE.
NESSUNO CI SALVERA’. ABBIAMO UN PO’ DI DIGNITA’?
MAH!

1743_533876913317017_478248119_n

LA MIA LIBERTA’

Posted in ateismo, poesia, riflessioni, video e foto with tags , , , , , , on 06/01/2013 by rosalbas

La mia libertà

Padova, prete vuole benedire defunta atea.

Posted in ateismo, cattolicesimo, laicità, religione e potere, uaar with tags , , , , , , , , , , , , , on 04/11/2009 by rosalbas

LIBERTA’ PER CHI????

Da un lato irridono le nostre iniziative, dicendoci che non ce n’è bisogno, che in Italia siamo già liberi di non essere cristiani.

Dall’altra, però, cercano ad ogni passo, in ogni momento, di attaccarci il loro adesivino, di applicarci il loro timbro, di piantarci nella schiena la loro bandierina.

Liberi di non credere, ma …una volta morti ti vogliono benedire; libero di fare apostasia, ma nella risposta alla richiesta di sbattezzo ti fanno sapere che non c’è scampo, hai solo rinunciato agli effetti pratici del sacramento, ma ti considereranno sempre uno dei loro.

Libero di educare i tuoi figli ad altre religioni, di non fargli frequentare l’ora di Cattolicesimo…però il bimbo DEVE avere di fronte un crocifisso, che lo guarda per tutto il tempo in cui sta in classe.

Libero di non essere cristiani, ma il Paese è “cristiano” quindi ti becchi leggi ispirate dalla Bibbia e devi pure stare zitto.

Autore NEBO da Le Ultimissime

Cosa è l’arroganza: un esempio.

Bruna Villella Radelli, 75 anni, sorella di Giorgio Villella, segretario UAAR dal 1999 al 2007, è morta l’altro ieri in un hospice di Padova dopo una lunga malattia. I familiari, anziché essere lasciati in pace con il loro lutto, hanno invece dovuto ribattere all’arroganza del cappellanno, che intendeva a tutti i costi benedire la salma, benché la defunta fosse notoriamente atea. La figlia si è opposta ed è stata insultata: “il sacerdote ha detto che quella era casa sua, che lì faceva quello che voleva e che sarebbe ripassato una volta che i parenti fossero andati via”. I familiari hanno chiesto il trasferimento del corpo all’obitorio dell’Ospedale civile di Padova.

“La realtà è che quando un clericale usa la parola libertà intende la libertà dei soli clericali (chiamata libertà della Chiesa) e non le libertà di tutti. Domandano le loro libertà a noi laicisti in nome dei principi nostri, e negano le libertà altrui in nome dei principi loro”

(Gaetano Salvemini)